Utente
Salve a tutti, sono un ragazzo di 18 anni estremamente ansioso e ipocondriaco.
Questa quarantena forzata mi sta facendo malissimo è da 2 mesi che non vivo più.
Ho iniziato ad avere sintomi intestinali (gas nella pancia, cattiva digestione, reflusso), ora sembrano stiano andando migliorare ma adesso ho una fobia incredibile: L infarto.
Non riesco a smettere di pensare ad un secondo di avere un infarto, misuro la pressione 1 volta giorno e penso sia buona (109-70 di media), spesso però ho tachicardia e pensieri assolutamenti negativi e di morte.
È da due giorni poi che avverto un dolore abbastanza forte che va e viene al braccio sinistro che mi prende anche la mano e come dei pizzichi al centro del petto, zona retrosternale.
Sino spaventato a morte e sto seguendo anche un percorso psicologico grazie al numero verde offerto dal ministero.
Premetto che fumo più o meno 6 sigarette al giorno ma sono sempre stato un tipo sportivo, ho fatto ecocardiogrammi ogni anno per 5 anni e non è mai risultato nulla, ora è 2 anni che non pratico sport e 2 anni che non ho eseguito controlli cardiaci, secondo lei sono una persona a rischio infarto e questi sintomi sono solo di natura ansiosa?
Spero vivamente in una risposta che mi dia un po’ di rassicurazione.
Sto vivendo un incubo.
Grazie

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Lei non ha bisogno del numero verde del Ministero.
Lei ha bisogno di un supporto psiterapeutico in personada parte di uno specialista di sua fiducia.

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
Grazie per l’imminente risposta dottore,
Lo so che molto probabilmente si tratta di una cosa che ha origine ansiosa, ma stasera sto veramente male, sento come un pizzico come un nervo teso al centro del petto e il dolore al braccio sinistro ormai ce L ho da tutto il giorno, in più delle volte sento come di avere il fiato corto, sono preoccupatissimo e mia madre si sta stufando della mia ipocondria, è possibile che ho L angina pectoris?

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
concordo con sua madre.
Non solo non esiste l angina alla sua eta ma lei necessita di un supporto psicoterapeutico

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#4] dopo  
Utente
Grazie ancora per la risposta dottore, so bene che lei a che fare molto spesso con questi pensieri e mi fido ciecamente di lei, spero tanto che abbia ragione, concludo solo con un ultima domanda, lei mie preoccupazioni quindi sono su base ansiosa e ipocondrica vero? Comunque ho intenzione come ha detto lei di intraprendere un percorso psicoterapeutico. Concludo solo con ciò è se mi può rispondere alla mia ultima domanda

[#5] dopo  
Utente
Scusi ancora se la disturbo dottore, questo è veramente L ultimo quesito che le pongo spero mi risponda. Ho letto che ci sono stati episodi in infarti silenti che a volte si manifestano solo con un piccolo dolore al petto e neanche se ne accorge il paziente, siccome ho avuto questo sintomo è possibile che io abbia avuto un infarto silente? La prego mi può rispondere, ho veramente il terrore di esserne stato colpito.

[#6] dopo  
Utente
Dottore ho una paura incredibile ora sento il lato sinistro del collo che m i fa malissimo e come dei crampi addominali e gas intestinale, si può trattare di ostruzione della carotide o insufficenza cardiaca? Scusi se la sto stressando ma non ce la faccio più!! La prego mi aiuti penso sia veramente qualcosa di serio

[#7]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
No guardi, non funziona cosi'.
Lei ha delle ossessioni di pertinenza pèsichiatrica e non certo cardiologica.

liberissimo di credermi o meno e quindi di chiedere una consulenza da altri eccellenti cardiologi qui sul sito, ma io non le rispondero' piu' a quesiti analoghi.

Sul prossimo scriva per cortesia "NON per il Dott Cecchini" in modo che suia lei che io possiamo risparmiare tempo.


Personalmente non le rispondero' piu a quesiti analoghi


cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso