Utente
Buonasera.

Mi chiamo Jessica, ho 30 anni.

Premetto che sono una persona particolarmente ansiosa ed emotiva.

Nel 2018 in pronto soccorso mi sono state diagnosticate extrasistoli ventricolari da curare con Alprazolam in gocce se mal tollerate.
L'anno successivo ho effettuato una visita cardiologica di controllo e tutto risultava nella norma.
Idem l'ecg e gli esami fatti a febbraio 2020.

Da circa 10 giorni accuso extrasistoli intense e continue.
Non so darmi pace.
Il mio pensiero costante è il battito cardiaco.

Come posso comportarmi?
Recarmi nuovamente in pronto soccorso?
Andare nuovamente dal cardiologo?
Sono in preda a crisi di ansia... e non so più come gestirle.
Ad ogni colpo al petto mi manca il fiato.
Praticamente ogni 30 secondi.

Cosa mi consigliate?
Sono rischiose queste extrasistoli continue?

Ringrazio per la vostra gentilezza e attenzione.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Deve curare l'ansia che e' una vera e propria patologia che non si cura con ansiolitici al bisogno ma con una appropriata terapia che uno specialista le puo' impostare

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
Grazie infinite Dott Cecchini.
Mi permetto, se possibile, di fare ancora questa domanda: il cuore sottoposto a queste continue extrasistoli (una ogni 20 secondi circa) è in sofferenza??? Capogiri e debolezza sono normali????
Grazie ancora.

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
nessun danno.
I capogiri fanno parte dell attacco di panico

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso