Utente
Buonasera dottori, innanzitutto grazie per il lavoro che svolgete qui sul sito Medicitalia.

Volevo sottoporre alla vostra attenzione il caso di mio padre, 64 anni, ex fumatore, fa un lavoro molto stressante, in cura con nebivololo, una compressa al mattino, che soffriva fino ad alcuni anni fà di ipertensione su base ansiosa.
Erano alcuni anni che non faceva controlli cardiologici per questo problema.
Da premettere che faceva un alimentazione sbagliatissima fatta di carne grassa di maiale, formaggi, molti dolci, cioccolata, tende a usare molto sale sulle pietanze e a esagerare con bevande tipo vino (ne beve più di due bicchieri a pasto).
Questa alimentazione l'ha fatta fino all'altro giorno, perchè poi è intervenuta una crisi ipertensiva improvvisa, sentiva come capogiri e mal di testa leggero, quindi si è misurato la pressione il primo giorno e risultava già alta con 160 di massima e 98 la minima, poi ha continuato a salire fino a 178 e 100 il giorno seguente, sicchè si è recato da un medico nostro amico di famiglia che gli ha prescritto il lasix, una compressa 25mg ogni 12 ore, nel frattempo nella prima mezzora dopo l'assunzione ha continuato a salire fino a 224 - 118 in serata.
Nelle ore successive ha espletato il suo effetto diuretico ma mio padre non ha voluto controllare la pressione sino al mattino seguente, è un soggetto anche fortemente ansioso (come anche altri in famiglia) e misurarsi la pressione e vedere quei valori lo faceva andare ancora piu in ansia.
La mattina seguente (oggi) ha misurato ed è scesa a 177-100, non poi cosi tanto come ci aspettavamo, ha preso una seconda pastiglia di lasix come prescritto ma la pressione è rimasta stabile all'ultimo valore da me scritto.
Quindi abbiamo chiamato il medico di base che gli ha prescritto TRIATEC al posto di LASIX.
Eseguirà al più presto un check up completo cardiologico, nel frattempo volevo chiedervi, da cosa può essere dipesa questa crisi ipertensiva?
Può essere anche su base ansiosa?
Sicuramente il suo modo di mangiare era sbagliatissimo e non ha giovato alla sua salute come si può vedere, infatti da ieri ha smesso, ha mangiato solo del formaggio fresco filadelfia con pomodori e ha eliminato totalmente il sale e non beve alcolici.
Volevo chiedervi anche, ho pensato siccome, non riesce a mangiare senza sale se è buono fargli utilizzare poco sale iposodico nelle pietanze, abbiamo acquistato il sale iposodico della marca Cuore.

In attesa di vostra risposta, vi ringrazio in anticipo!

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Il Lasix e' controindicato nel trattamento della ipertensione
L'associazione beta bloccante + ace inibitore e' accettabile (nebivololo+ triatec) ma forse una associazione nebivololo + calcio antagonista potrebbe fare piu' effettop

Ne parli con il suo cardiologo

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la sua risposta Dott. Cecchini, sono trascorsi sei giorni e nel frattempo il medico di base ha aumentato la dose di triatec a due al dì, perchè la pressione si mantiene sempre uguale 160 107 o 150 105 (anche se in due occasioni è scesa a 127, 88). In particolare stasera è di nuovo 180 100, tra due giorni ha la visita cardiologica, che cosa ci consiglia? Come mai è di nuovo risalita a 180 100? Siamo molto preoccupati.

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Mi pare di averle gia' scritto dei suggerimenti.
Ma lei probbailmente neppure li legge.

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#4] dopo  
Utente
Si, dottore li ho letti, ma come le ho anticipato, mio padre ancora non è andato a visita dal cardiologo per potergli esporre il problema e parlargli del calcio antagonista, quello che mi è chiaro è che il triatec non sia molto efficace nel suo caso o sbaglio?

[#5]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
non è efficace da solo.
arrivedèrci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#6] dopo  
Utente
Buongiorno dottore, volevo aggiornarla sulla situazione di mio padre che ha eseguito stamattina visita cardiologica con ECG e ECOCOLORDOPPLER. Le posto il referto:
Visita cardio: Eupnea a riposo, decubito indifferente, azione cardiaca ritmica e normofrequente Toni validi Pause libere Non si riscontra anomala pulsatilità aorta addominale Assenza soffi laterocervicali e/o addominali PA 175/100
ECG: Ritmo sinusale con F C di 63, asse elettrico intermedio lieve rotazione antioraria, normale conduzione atrio ventricolare e normale intraventricolare, nei limiti della norma la fase della ripolarizzazione ventricolare. tracciato nella norma
ECOCOLORDOPPLER A RIPOSO
Ventricolo sin di normali dimensioni cavitarie e spessori parietali con buona cinesi globale e segmentaria. Mitrale sclerotica. Atrio sin lievemente dilatato, piccolo aneurisma del setto interatriale sin convesso, apparentemente integro
Aorta di calibro regolare con cuspidi sclerotiche che presentano una normale apertura, aorta ascendente di calibro normale, cavita dx normali pericardio indenne.
Vena cava inf. di calibro regolare e normocollassante con gli atti del respiro DOPPLER Pattern mitralico da alterato rilasciamento insufficienza tricuspidale di grado lieve con PAP 24mmHG
Gli ha consigliato triatec 10mg di mattina + Norvasc 5mg e Nebilox al pomeriggio
Cosa ne pensa di questo referto?
Grazie

[#7]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
L' eco mostra un cuore sostanzialmente normale e la nuova terapia mi pare finalmente ben impostata

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso