Utente
Salve, sono un ragazzo di 22 anni e soffro di IRC 3 stadio dovuta a glomerulonefrite diagnosticata 6 anni fa.

Assumo ramipril 5 mg/die e allopurinolo 100mg/ 2die.

Ultimamenter mi capita di svegliarmi di notte e di avvertire un battito accelerato (da polso) , debole e aritmico, o meglio mi sembra che acceleri, poi rallenti per poi rallentare improvvisamente e riprendere;
Questo per una mezz'ora circa fino a quando sento che torna regolare e più lento.

Allarmato da questo fatto sono andato a riguardare gli ECG fatti in passato e ho notato un QTc di 441, 439, 420 ms in ordine dal piu recente con FC rispettivamente di 124, 116, 84.

E' un QTc lungo?
Può essere collegato agli episodi notturni?

Gli episodi notturni possono essere ricondicibili a FA?

Che esami mi consiglia?

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Non e' certo un QTc lungo e niente a che vedere con la f.a.

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso