Utente
Salve Dottori,
Sono un ragazzo di 20 anni e premetto che non poco tempo fa ho sofferto di alcuni attacchi d'ansia, per fortuna non gravi e non molto frequenti.
Qualche giorno fa stavo svolgendo il mio allenamento alla cyclette che pratico 3 volte alla settimana per 30/40 minuti da circa un mese.
Di solito cerco di rimanere sui 160/165 bpm cercando di non andare oltre i 170 bpm.
Sempre quel giorno, verso la fine dell'allenamento, stavo mantenendo il mio solito ritmo quando ad un tratto ho iniziato ad avvertire un aumento insolito dei bpm che sono saliti fino a poco sotto i 190.
Insieme a questo aumento ho avvertito anche una sensazione di leggerezza alla testa e di stordimento.
Non ricordo nessun tipo di dolore o fitta al petto.
Dopodiché mi sono fermato preso un po' dall'abitazione e dopo circa 1/2 minuti i bpm hanno incominciato a regolarizzarsi.
Ho notato che anche il mio recupero post allenamento non è stato al livello di quelli precedenti e i bpm sono rimasti un po' più alti del solito.
Subito ho attribuito l'accaduto al caldo ma ho pensato che sarebbe meglio chiedere un parere per sapere se è il caso di fare una visita più specifica.

Vi ringrazio in anticipo e vi auguro una buona giornata!

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
è verosimilmente legato al caldo.
Non vedo motivo di preoccupazione

arrivedèrci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la risposta Dottore. Ho un'ultima domanda. Secondo lei sto tenendo un ritmo di allenamento troppo alto a livello di bpm e durata? Forse dovrei diminuirlo per evitare che riaccada quanto raccontato?
La ringrazio in anticipo

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Se si guarda intorno nessuna animale corre senza motivo o fa sforzi senza motivo.

L'unico essere vivente che pensa che faccia bene e' l'uomo.....

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso