Utente
Salve, mia nonna ha 82 anni, è in condizione di obesità con vari problemi respiratori che tiene sotto controllo.
Inoltre soffrendo di apnee notturne, usa l’ossigeno ogni notte.
A gennaio è stata ricoverata per insufficienza respiratoria, i battiti quel giorni sono arrivati a 30 al minuto.
È già da 4 mesi che si è ripresa, ha fatto riabilitazione e cerco di farle fare almeno 15 minuti di ciclette al giorno.
Le misuro ogni giorno pressione e battiti.
In questi mesi i valori sono sempre stati nella norma, i battiti si aggiravano sempre dai 60 ai 70.

Adesso è qualche giorno che si sente molto stanca, la pressione è un po’ bassa, ma può essere anche normale, i battiti invece si aggirano intorno ai 49, 50, anche 55.
C’è da preoccuparsi di Questi battiti così bassi?
C’è qualche rischio?


Grazie anticipatamente.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Se è obesa e ha problemi di apnee certo L ossigeno non è la migliore cura
A
Meno che non lo assuma con il
Sistema CPAP ( mascherina a tenuta con apposto macchinario )
Per ciò che riguarda la frequenza non conosco la terapia della Sig ora ma probabilmente è legata a quello

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso