Utente
Salve dottori, scrivo per mio padre che ha 61 anni e soffre di ipertensione arteriosa.

Tutto è cominciato 15 anni fa, quando in un periodo di forte stress e ansia, si sentì male e in pronto soccorso gli trovarono la pressione alta (massima oltre 200 e minima anch'essa alta).

In quell'occasione gli venne dato lo Xanax per l'ansia (che ha interrotto dopo poco tempo perché a suo dire gli creava dipendenza) e Losazid per l'ipertensione.

Fece tutti i controlli del caso (oculari e vari) e dopodiche continuò con la cura.

Il problena e che l'ultimo controllo cardiologico lo ha fatto ben 10 anni fa e la pressione si rifiuta di controllarsela ogni tanto perché ha paura che possa essere alta.

In piu il Losazid (50mg+12, 5 mg) lo prende quando gli pare: si dimentica di prenderlo, lo prende in orari ogni volta diversi e in più ogni tanto lo prendr anche 2 volte al giorno.

Basta infatti che accada un qualche imprevisto che a suo dire gli possa far succedere qualcosa che corre ai ripari prendendo il farmaco, anche se lo ha giá preso.

In questo periodo sta avvertendo dei problemi alla vista (vede come una macchia scura) e l'ho convinto ad andare da un oculista, sto cercando anche di convincerlo ad andare da un cardiologo ma ha paura che gli possano trovare qualcosa.

Su questo versante, come avrete ben capito, é ipocondriaco, anche per via dei genitori: il padre ha subito vari bypass e la madre é morta di infarto.

All'epoca era sovrappeso, ora é normopeso e conduce una vita abbastanza movimentata.

Le analisi del sangue, le ultime che ha fatto, erano buone solo le trigliceridi un po alte.

Ha problemi anche di minzione frequente, secondo me dovuti al diuretico del Losazid.

Ogni tanto, inoltre, ha spossatezza e giramenti di testa.

É il caso di fare una visita cardiologica?

Questo disturbi che lamenta possono essere dovuti all'ipertensione o ad un cattivo uso del Losazid?

Grazie tante.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Suo padre deve essere sottoposto ad una visita oculistica per il fundus oculi ed un prelievo di sangue per il sogaggio della creatinina, azotemia ed elettroliti.
Sta assumendo diuretici, per cui e' importante che beva lmeno 1,5 2 litri di acqua al di e che butti via il sale nei cibi e ceh ponga attenzione ai carboidrati che aumentano i trigliceridi.
deve camminare un ora al giorno stando lontao, ovviamente dal fumo.

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
Buonasera dottore, grazie tante.

[#3] dopo  
Utente
Salve dottore, mio padre si é sottoposto a visita oculistica giovedì pomeriggio. All'esame del fundus oculi é risultata arteriosclerosi diffusa e all'occhio sinistro distacco della retina con rottura retinica. É stato sottoposto nella giornata di ieri ad intervento chirurgico per correggere il distacco. Alla visita é risultato anche un addensamento vitreale paravascolare. Non riesco a leggere le altre cose perché abbreviate in acronimi a me incomprensibili ma penso che riguardino le lenti e i gradi di ambedue gli occhi. In occasione dell'intervento gli é stato fatto anche un prelievo del sangue.: emocromo nella norma (a parte la microcitemia ma la ha da sempre); Glucosio 95 70-109; Creatinina 0.93. 0.6-1.3; Sodio 141 135-145; Potassio 3.2* 3.5-5. L'azotemia non la hanno fatta così come gli altri elettroliti. Continua ad avere minzione frequente e fastidi/dolori alla vescica (soprattutto ieri dato che ha preso il Losazid due volte poiche aveva paura dell'intervento). Il potassio basso potrebbe dipendere dal diuretico? Stiamo cercando di farlo bere di piu ma ha paura che poi vada troppo in bagno. In ospedale la pressione é stata 140-95, 135-80, 120-70 (solo dopo essersi appena svegliato dall'anestesia, poi é salita). In ospedale gli hanno consigliato di rivedere la terapia antiipertensiva con un cardiologo, lei cosa ne pensa? Grazie tante.

[#4]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Non vedo necessit' del diuretico.l ipopotssemia pogtrebbe essere derigata dalla idroclorotiazide.
L' azotemia e' uno degli indici piu fedeli di idratazione del paziente.
Penso che il suo cariologo gli prescrivera' il solo Losartan senza diuretico

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#5] dopo  
Utente
Grazie dottore, le auguro una buona settimana.