Utente
Gentili dottori,
avrei una domanda da porvi e cercherò di spiegarmi nel miglior modo possibile.
Premetto che sono ansiosa e che soffro di problemi allo stomaco.
Sono una ragazza di 23 anni.
Ho sempre avuto extrasistole mai percepite, ma da inizio quarantena non mi danno più tregua.
Soprattutto quando sono distesa e quando sono sul lato sinistro.
A questo ho associato anche un abbassamento del battito, che alcune volte, appunto a riposo, arriva a toccare anche i 50 bpm, cosa mai successa appunto a causa della mia ansia.
Può essere che una cura che ho fatto per qualche mese con un integratore naturale al biancospino abbia causato questo "rallentamento" dei battiti?
E che questo mi faccia percepire di più le extrasistole?
Perché io quando sono in tachicardia non le percepisco.
Sono comunque nella norma anche se così bassi?

Ho fatto analisi del sangue per tiroide, ecografia alla tiroide etc, ed è tutto nella norma.

Ho fatto ecocardiogramma (in cui ovviamente le extrasistole non si sono presentate) con risultato: Asse elettrico equilibrato.
Conduzione atrioventricolare nei limiti della norma.
Lieve turba della conduzione IV Dx.
Alterazioni aspecifiche della fase di ripolarizzazione ventricolare.

Ecocardiogramma: ventricolo sinistro di normali dimensioni e spessori con buona cinesi globale e segmentaria (fe 70%) Bulbo aortico, atrio sinistro e sezioni destre nella norma.
Lieve prolasso telesistolico della LAM.

Al doppler: insufficienza mitralica di minima entità.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Lei ha tutti gli esami normali.
Ed anche la frequenza e' normale per una persona giovane.

Il biancospino puo' sicuramente far bene a chi glielo vende.

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso