Utente
Buongiorno,
ho 41 anni, peso 90 kg e pratico attività sportiva a livello amatoriale.

Circa 11 anni fa, ho scoperto di avere una valvola aorta bicuspide determinante insufficienza di grado lieve e un'aorta ascendente ectasica che, all'ultimo controllo, è 41.8.
Preciso che eseguo ogni 6/8 mesi un ecocardiogramma e la misura dell'aorta ascendente in questi 11 anni si è mantenuta tra 40 e 41.8.
Eseguo altresì una prova da sforzo annuale, perchè faccio della corsetta amatoriale (45 minuti sul tapis roulant) e una partita a pallone ogni tanto.

La prova da sforzo, negli anni, non ha mai riscontrato alcuna anomalia.
L'unico dato significativo, presente anche negli anni precedenti, è che, durante lo sforzo, "si positivizzano le onde T in "V4-6".
In particolare si dice: "turbe diffuse della fase di ripolarizzazione ventricolare.
Onde T bifasiche in V4-6".

Il referto completo è: PA max 170/100 mmhg e basale 125/85 mmhg.
Buono il recupero.
Test ergometrico massimale negativo per sintomi e/o segni ecografici di ischemia miocardica indotta dalla sforzo fisico sino al carico raggiunto".

Il cardiologo che esegue la prova sostiene che non ci sia nulla di rilevante, perchè queste onde T ci sono da sempre e la prova avrebbe evidenziato eventuali ulteriori problemi e che posso continuare nella mia attività fisica.

Il diverso cardiologo che invece esegue l'eco condivide che non sia nulla di rilevante, ma vuole effettuare una Corona TAC.
DIce solo per "essere tranquilli".

Un terzo cardiologo da me consultato sostiene invece che la CORONO TAC non sia necessaria e che le onde T siano irrilevanti.

Le domande che pongo sono pertanto due:
1) qual è il significato di quello che mi viene refertato nelle prove da sforzo e se meritano un approfondimento strumentale.

2) quali sono le patologie che eventualmente possono determinare quelle onde T e che la Tac dovrebbe riscontrare.
Grazie.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Ovviamente non ho visto i tracciati ma essendo lei un uomo di mezza eta' e sportivo una TC coronarica sarebbe opportuno che la facesse.

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dottore,
La ringrazio della Sua cortese risposta. Tuttavia, i dubbi che ho posto nel mio quesito mi sono rimasti.
Li ripropongo:
1) qual è il significato di quello che mi viene refertato nelle prove da sforzo?.

2) quali sono le patologie che eventualmente possono determinare quelle onde T e che la Tac dovrebbe riscontrare?
Grazie ancora

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Secondo un cardiologo lei ha presentato delle alterazioni sospette per ischemia
La TC coronarica è un buon sistema per escludere problemi coronarici

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso