Utente
Buonasera, giovedì ho portato mio padre in PS per una forte tosse produttiva, lui è un trapiantato di fegato, l'infettivologo ha richiesto un ECG da fare in PS per eventuale allungamento QTc, ora abbiamo una copia di questo ecg ma nelle dimissioni nulla fa riferimento a questo ecg.
La mia preoccupazione è che nell'ecg ce scritto:

Ritmo sinusale asse p normale, freq v 50-99
Infarto posteriore pregresso R T Promin, V1 V3 o 0 >40ms, V7 V9
Intervallo QT prolungato QTc >500
Freq.
79
PR 133
QRSD 101
QT 445
QTcB 511
QTcF 488
--ASSE--
P 78
QRS 48
T 37
ECG ANORMALE
Diagnosi non conf.


Ora è possibile che un ecg riporti una dicitura di infarto pregresso di cui non ci siamo accorti e non ci venga detto nulla, e nulla in merito a questo QTc.

Dobbiamo preoccuparci di queste scritte, o preoccuparci che il medico in ps non ha detto nulla?

Grazie, Daniele.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
I referti automatici degli elettrocardiogrammi non sono affidabili.
debbono per legge essere refertatim da un cardiologo


cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
Grazie Dr. Cecchini. Il prossimo Lunedì farà una visita cardiologica con ecg e ecocardiografia, spero sia tutto a posto.
Grazie ancora e buon lavoro.

Daniele