Utente
In seguito a un ecg sottosforzo dubbio a mio padre (operato lo scorso anno per doppio bypass) è stata prescritta la scintigrafia miocardica.

qui di seguito vi scrivo la risposta:
Le immagini acquisite dopo lo sforzo mostrano lieve riduzione della fissazione del radiofarmaco a livello della parete infero-laterale e dell'apice del ventricolo sinistro.
Analogo reperto si apprezza nel tratto medio della parete antero-settale nel tratto distale.

Le immagini ottenute in condizioni di riposo mostrano relativo incremento della fissazione del radiofarmaco nelle sedi sopra descritte.

La frazione di eiezione è risultata nella norma essendo pari al 54%.


Conclusioni: studio scintigrafico indicativo di riduzione transitoria della riserva coronarica a livello della parete infero-laterale, dell'apice e nel tratto medio della parete antero-settale ventricolo sinistro.


Riporto anche i risultati di ecg sottosforzo fatto insieme a scintigrafia:
Durante il recupero comparsa di sottoslivellamento orizzontale del tratto ST-T di maz 1 mm in V5 e V6 e successivo appiattimento dell'onda T con lento ripristino del tracciato base.


Vorrei sapere cosa indicano questi valori e se dobbiamo preoccuparci.

Distinti saluti

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Penso che suo padre debba essere sottoposto a coronarografia ed un tentativo di angioplastica.

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
Grazie dottor Cecchini, ma com'è possibile a distanza di 1 anno dall'intervento che ha già bisogno di fare una nuova coronarografia e tentativo di angioplastica?
Il termine tentativo lo usa perchè potrebbe non ssere sufficiente secondo lei? Eppure tutti gli altri esami e le analisi sono perfette
Una cosa che non ho detto è che inizialmente i bypass dovevano esser 3 ma al momento dell'intervento il chirurgo che l'ha operato ha ritenuto fosse meglio farne solo 2 dato che sul terzo c'era gia presenza di infarto ed ha preferito lasciarla cosi com'era. Potrebbe essere il risultato di questa coronaria che non è stata sottoposta a bypass??

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
La scintigrafia mostra una ischemia residua in piu' territori e quindi va visto se qualche by pass si fosse chiuso o ci sia stato una progressione di malattia.
Il termine tentativo e' calzante perche a volte puo succedere che individuata una lesione stenosantye non si riesca ad aprire con la tecnica del palloncino.

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso