Utente
Gentile dottore buonasera.
Approfitto della sua cortesia e di quella di tutti i suoi colleghi del sito per chiedere un consiglio.
Premessa: ho messo un po' di pancia (166 x 80), soffro di reflusso, di ansia e conduco ultimamente una vita sedentaria.
Ho ripreso a giocare due settimane fa a calcio, con temperatura elevata e al chiuso.
Quindi ancora più caldo.
Dopo 15 minuti avvertivo affanno, piccolo peso toracico e dovevo fermarmi.
Alla fine ho chiuso regolarmente la partita alternando momenti di normalità e momenti di fiatone.
Settimana dopo la stessa cosa, con grande sudorazione e fiatone se facevo qualche scatto più lungo del normale.
Un'ora e mezza comunque l ho fatta.
Raramente questa sensazione di respiro corto anche quando salgo una rampa di scale più lunga del normale.
Secondo il medico è tutto inquadrabile in un ambito di fuori allenamento più caldo afoso, ma leggendo su internet leggo di cuore e polmoni.
Quando cammino non ho problemi.
Il medico ha fatto la battuta "se era il cuore non duravi un'ora e mezza" escludendo tumore ai polmoni dai sintomi.
Io sono interamente concentrato sul mio respiro e cerco di notare qualunque stranezza.
Dormo senza fastidio tranne quando ho reflusso.
Grazie un abbraccio

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Giocare a pallone al chiuso con questi caldi è da....sconsiderati.
quindi smetta di fare sciocchezze e a pensare a malattie inesistenti

la,saluto
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
In verità la seconda partita l ho giocata all'aperto ma sudavo tantissimo e l'affanno era presente. Ad ogni modo la ringrazio per la risposta. Spero di non avere gravi malattie