Utente
Salve, ho 27 anni, non fumo non mi drogo e non bevo, ma conduco una vita molto sedentaria.
È da circa 2 mesi che mi capitano strani episodi di tachicardia e sensi di svenimento, il tutto con disagi vari al braccio sinistro (durante e non questi sintomi).

Tutto è iniziato a metà giugno, accusai un senso di svenimento (vuoto allo stomaco, senso di instabilità, udito un po' lontano, tremori, sudore freddo, debolezza alle gambe, soprattutto la sinistra con sensazione di calore su quest'ultima) , dopo aver bevuto un po' d'acqua piano piano è passata, ma subito dopo mi sembrava stesse per riprendere e il cuore ha iniziato a battere forte e veloce, una tachicardia fortissima, sentivo propio le vene del collo sbattermi e come un formicolio alla testa e alla schiena, il tutto è durato una trentina di secondi, poi è passato e stavo bene.
L'unica cosa che permaneva era una sensazione di calore alla gamba sinistra, ad intermittenza non continua.
Dopo questo episodio per un po' tutto normale, ma poi dopo 4-5 giorni ho iniziato ad accusare con frequenza preoccupante degli episodi di tachicardia, soprattutto dopo pranzo e dopo cena.
Misurando la frequenza i battiti erano in genere tra i 95 e i 108 al minuto; una sola volta però la frequenza si è assestata per un po' a 120-125 bpm, salvo poi scendere verso i 105 dopo un po', il tutto è perduto per un'ora e mezza circa.

Continua così con casi di questo tipo a giorni alterni, fino a quando una domenica di metà fine luglio mi risento con quella sensazione di svenimento.
Questo caso è avvenuto in seguito ad uno sforzo fisico lieve (ho portato un televisore giù per una rampa di scale) , ma non subito dopo, diciamo dopo 5-10 minuti, e durante non ho avvertito nulla.
Questa volta sento come una morsa al braccio sinistro, un formicolio e un intorpidimento allo stesso, cardiopalmo, battito un po' accelerato, sudorazione eccessiva, leggera dispnea, debolezza alle gambe, soprattutto la sinistra, nessun senso di vertigine, forse un lieve senso di instabilità.
Sottolineo che questa morsa al braccio sinistro, o questa sensazione di formicolio la avverto con una certa frequenza, con o senza i sintomi che vi ho descritto sopra.
Inoltre avverto spesso fascicolazioni al petto, e sempre al braccio sinistro fascicolazioni e, più raramente, mi sembra come se potessi avvertire il battito del cuore dalle pulsazioni al braccio sinistro.

L'ultimo episodio l'ho avuto ieri notte, mi sveglio alle 2 e avverto come un senso di affaticamento al braccio sinistro, un leggero formicolio e ogni tanto qualche pulsazione che forse coincide col battito.
Mi alzo e sento come un tonfo al petto e poi il cuore inizia a battere forte e veloce, cambio stanza cammino un po' per cercare di calmarmi e dopo un 30-45 secondi il battito torna normale.
Misurando i bpm registro 72, 72 e 80 (ma ho contato i battiti per 30 secondi e moltiplicato per due questa volta).


Sono sintomi preoccupanti?
Dovrò farmi visitare o posso stare tranquillo?

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Paiono attacchi di panico
Programmi tuttavia con calma un holter delle 24 ore

Cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
Grazie dottore , sono già più rilassato.
Provvederò a svolgere un holter come mi ha suggerito.

[#3] dopo  
Utente
Salve dottore.
Stasera mentre stavo a tavola per cenare ho avvertito una sorta di tonfo al cuore e successivamente una serie di palpitazioni al petto , non saprei dire se fossero corrispondenti al battito cardiaco .In concomitanza un leggero dolore al braccio sinistro con annesso formicolio , vampate di calore e sudorazione eccessiva e una sensazione come di svenimento , ma senza vertigini , sa come quella sensazione che provi appena prima di svenire , e una sensazione compressione e acufene alle orecchie (durato pochissimo 3 secondi). Il tutto è durato comunque pochi secondi , una decina più o meno. Dopo però ho continuato ad avvertire disagi e dolori al braccio sinistro e una leggera nausea. La nausea la avevo anche stamattina ma poi è passata. Ora sto bene e non ho alcun disagio. È preoccupante secondo lei?
Intanto le segnalo che quegli episodi di tachicardia sono nel frattempo diminuiti sia per frequenza che per intensità. Anche se mi capita a volte ultimamente episodi di cardiopalmo quando mi alzo.
Volevo anche rettificare un informazione che le avevo dato nel testo del consulto :le ho indicato che non fumo , ed è vero , ma ho trascurato di dirle che sono esposti quotidianamente al fumo passivo ; cerco di espormi il meno possibile , ma purtroppo è inevitabile una certa esposizione. Le ricordo anche che ho indicato di condurre una vita sedentaria. Le ultime analisi del sangue le ho effettuate circa 18 mesi fa , ed era tutto assolutamente ok .Durante la mia adolescenza ho già avuto episodi di eccessiva ansia per la salute del mio cuore ed effettuato diversi esami (più di un ecodoppler , tac toracica , prova sotto sforzo) , tutto risultò apposto.

Il mio medico di famiglia si è preso un mese di pausa , e non mi fido del sostituto. Appena torna , i primi di settembre , vado a farmi vedere e a programmare l'holter che mi ha consigliato.
Grazie del suo tempo dottore
Cordiali saluti.

[#4]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Che significa nin si fida del sostituto? deve solo prescriverle un esame !

Inoltre l holter puo,esssere eseguito in molti pe farmacie

arrivedèrci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#5] dopo  
Utente
Grazie della risposta dottore
Immagino che mi visiterà prima di prescrivermi un esame , e preferirei avere il parere del mio medico. Purtroppo il sostituto si è rivelato in più di un'occasione un po' superficiale e in un occasione anche in una situazione poi rivelatasi seria.

C'è la possibilità di recarmi in farmacia e prenotare l'holter senza una prescrizione medica ?

Arrivederci

[#6]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Certamente si

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso