Utente
Buongiorno, ho avuto un episodio di bradicardia con battiti a 38/40 (non sono una sportiva).
L'elettrocardiogramma era a posto, ho fatto esame tiroide e holter anche questi a posto.
Dopo poco finisco di nuovo in pronto soccorso con sintomi simili a infarto e mi viene diagnosticata la malattia del reflusso.
Ora sto facendo la terapia con pantoprazolo e bustine antiacido, se non funziona dovrò sottopormi a gastroscopia per accertamenti.
L'episodio di bradicardia è collegabile alla malattia del reflusso?
Tutt'ora ho i battiti a 50, e dati gli esiti dei vari esami non mi do una spiegazione.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
come le ho detto agli ultimi di Luglio lei dovrebbe essere contenta di essere tendenzialmente bradicardia perché ha una prospettiva di vita più lunga di me

lei invece è ossessionata dalla,sua frequenza
io non curo le ossessioni ma curo i cuori ed il,suo non hai certo niente per cui essere curato

con questo la,saluto
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per le risposte, io volevo semplicemente capire se questa bradicardia si può associare al reflusso, tutto qui. Poi quando ero in pronto soccorso con battito a 38 ho visto il personale molto preoccupato, per questo e anche per la brutta sensazione del cuore che rallenta mi sono spaventata e quindi ossessionata. Mi perdoni, ma da ignorante in materia e con quei sintomi si spaventerebbe chiunque credo. Comunque proverò a domandare nella sezione dei gastroenterologi. Grazie ancora.