Utente
Gentili dottori, espongo il mio problema:
Da qualche tempo mi sono accorto di un abnorme divario tra la frequenza cardiaca in posizione supina quella seduta e quella in piedi ovvero stando sdraiato i battiti arrivano a circa 60 e alzandomi in piedi superano i 100 in una manciata di secondi e viceversa.

Se per esempio in piedi ho 100 battiti sdraiandomi immediatamente arrivano a 60.
(avverto come delle pause e subito il cuore rallenta).

Ho controllato anche la pressione nelle diverse posture ma.
non sembra cambiare.

Non avevo mai fatto caso a questo ma sono leggermente preoccupato.
Da diverse gastroscopie effettuate negli anni il referto fu esofagite da reflusso con linea Z sopraelevata ma adesso non ho più sintomi da mesi.

Esami di tiroide nella norma.

Da controlli cardiologici periodici holter ecc non è mai stato riscontrato nulla mi è sempre stato detto di avere un cuore sano.

Potrebbe trattarsi di tachicardia posturale ortostatica?
E come avere una diagnosi esatta?

Grazie per l'attenzione

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Lei ha eseguito un Holter nel Giugno 2019 per il quale ci siamo già scambiato diversi post.
Lei riferisce holter normale quindi non vedo il problema .
la frequenza varia normalmente tra la posizione sdraiata e quella eretta.
assume farmaci? è fumatore ?


arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso