Utente
Buonasera, sono un ragazzo di 23 anni, peso circa 87kg per 1. 82cm.
Sono quindi in sovrappeso, anche se comunque credo di avere una discreta massa muscolare.
Inoltre, fumo circa 15 sigarette al giorno e ho cominciato a fumare in maniera costante da 5-6 anni.
Nonostante non sia mai stato un tipo estremamente sportivo, ho più o meno sempre praticato sport di vario genere, ma soprattutto negli ultimi mesi, sia causa lockdown sia per elevato impegno universitario, conduco una vita che definire sedentaria è riduttivo: sto letteralmente seduto tutto il giorno sulla sedia a studiare.

Quest'oggi, dopo diverso tempo, ho ricominciato a praticare attività fisica.
Ho cominciato facendo 10 minuti di corda, verso la fine dei quali ho cominciato ad accusare un dolore al petto.
Il dolore non si irradiava al collo o al braccio, era localizzato in un punto al centro e leggermente spostato a sinistra dello sterno.
Non saprei descriverne il tipo: sicuramente non era un dolore acuto o trafittivo, ma non saprei se definirlo sordo o oppressivo.
Non mi sembrava comunque un dolore muscolare.
Sta di fatto che non ho dovuto interrompere l'attività per il dolore, mi sono fermato più che altro per capire cosa stesse succedendo.
Avevo un affanno non particolarmente eccessivo, lo definirei un affanno coerente con l'attività che avevo appena svolto.
Non ho avuto offuscamenti, giramenti di testa o roba del genere, solo questo dolore il quale, dopo 2-3 minuti che mi sono fermato, è sparito.
Ho quindi ricominciato ad allenarmi, facendo questa volta flessioni e addominali, senza però riavvertirlo di nuovo.
Ripeto, ultimamente conduco una vita molto sedentaria, ma nei mesi passati è capitato ogni tanto che facessi qualche esercizio a casa e, credo, che mi sia capitato qualche altra volta un episodio del genere.

Concludo dicendo che circa 8 anni fa feci degli accertamenti quando ebbi la mononucleosi, tra i quali un ECG, e non risultò nessuna anomalia.
La presenza però di un dolore così, dato che sono fumatore, non allenato, in sovrappeso e conduco ultimamente una vita sedentaria mi ha messo in allarme.

Ora, a prescindere dal cambiamento del mio stile di vita che riconosco essere necessario quanto prima, è il caso che vada a sostenere una visita cardiologica, oppure è un dolore normale che può comparire dopo uno sforzo intenso in una persona per nulla allenata?

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
alla sua eta non esistono ne angina ne infarto.
esegua tuttavia un ECG sotto sforzo.

se lei continua a fumare tuttavia è inutile che lei esegua alcun esame dal momento che come Sa è ad elevato rischio di infarto ictus e di cancro

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso