Utente
Gentili dottori, sono un uomo di 38 che soffre sporadicamente di fibrillazione atriale, con leggero sopraslivellamento del tratto ST in caso di assunzione di flecainide.
A parte questo nessun sintomo, test Brugada negativo, chi mi segue mi ha spiegato che con tutta probabilità ho un danno cardiaco dovuto ad una passata infezione (in effetti ebbi una brutta broncopolmonite all'età di 18 anni).


Leggo sempre più articoli che riferiscono di danni cardiaci lasciati dal nuovo coronavirus a chi è guarito.
Mi chiedo, eventualmente dovessi contrarlo, potrei correre seri rischi di peggiorare la mia situazione e incorrere, anche successivamente, in aritmie letali?


Grazie per le risposte

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
"articoli che riferiscono di danni cardiaci lasciati dal nuovo coronavirus a chi è guarito."

Le rispossi anche negli ultimi Marzo.

Lei ha eseguito il test per il dosaggio delle IgG ed IgM? perche' da questo test ematologico si puo' sapere se lei abbia o meno incontrato il virus.

Detto questo chi deve avere paura del Virus in questione sono persone affette da broncopneumopatie sostanzialmente, altrimenti la mortalita' per coronavirus in Italia sarebbe stato di centinaia di migliaia persone in questo anno...

Quindi si tranquillizzi

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la risposta... si mi rispose anche a Marzo e la ringrazio nuovamente.

Capisco quello che mi dice, non ho fatto test ma non credo di aver contratto il virus... non soffro di broncopneumopatie, il mio timore è esclusivamente per eventuali danni al cuore che il virus potrebbe causare e questa cosa mi fa stare poco sereno

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Mi scusi ma se non penssa di aver contratto il Virus di che si preoccupa?
Esegua il test ematico e si rassicura una volta per tutte

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#4] dopo  
Utente
Le spiego, non temo di averlo contratto... ma esistendo la comunque la possibilità di contrarlo, sebbene cerchi di fare molta attenzione, mi chiedevo se un'eventualità del genere potesse essere pericolosa visto il mio stato

[#5]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Assolutamente no.
La f.a pregressa NON e' un fattore di rischio aggiuntivo in casoi di COVID.

E' come temere ti schianatarsi in auto contro un albero: il rischio tra lei che ha presentato una f.a. od il mio la possibilita' di morire e' la stessa

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#6] dopo  
Utente
La ringrazio ancora... non è la FA in sè che mi preoccupa, quanto il fatto di avere probabilmente un danno cardiaco causato da una vecchia infezione e che potrebbe peggiorare (già ho un sopraslivellamento del tratto ST con la flecainide, ad esempio)

[#7]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Guardi di fobie ed ossessioni non sono esperto.
Sono patologie psichiatriche e non cardiologiche

Il mio consulto finisce qui
cordialita

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso