Utente
buongiorno, ho 45 anni e da 2 mesi ho iniziato a correre, inizialmente non riuscito a correre per 5 km di fila, ora sono riuscito a correre 10 km in 60 minuti.
mi alleno 3/4 volte a settimana non piu di 60 minuti, non bevo e non fumo da 12 anni, alto 172 cm peso 65kg, ho sempre fatto sport a livello amatoriale, 1 o 2 volte a settimana.

da una decina di giorni, convivo con una leggera pressione al petto, ce l'ho tutto il giorno ma non è cosi fastidiosa da non farmi andare a correre, non mi da fitte ma solo una sensazione di pressione di intensità variabile, ma mai troppo eccessiva da diventare dolore, non mi da problemi alla respirazione che è sempre regolare tranne dopo i pasti, situazione nella quale a volte mi sento in debito d'ossigeno e devo fare qualche respiro profondo, cosa può essere?

Non ho tosse ne mal di gola, inizialmente pensavo al sudore sul petto, l' essere bagnato e stare controvento per tanto tempo, ma credo sarebbe passato in poche ore, invece sono giorni che va avanti.

grazie

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Lei e' un uomo di oltre mezza eta'.
Prima di fare tutta quella ativita' fisica dovrebbe avere eseguito
- un ECG da sforzo massimale
- un ecocolordoppler cardiaco

Con che risultati?

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore e grazie per la rapida riposta.
la prova da sforzo l'avevo fatta 2 anni fa cosi come l'ecografia al cuore e la visita da un cardiologo, era risultato tutto nella norma, a parte nella prova sotto sforzo per attività agonistica dove il recupero non era stato ottimale ( dopo 3 minuti avevo ancora le pulsazioni a 120bpm). Non riesco a capire come mai, pur correndo per 60 minuti non provo particolare fatica se non gli ultimi 15 minuti quando provo ad aumentare il ritmo e comunque è piu fatica muscolare che di fiato o affanno, il mio smartwoatch mi segna una media di bmp tra 160 e 170. Durante la corsa non ho alcun problema, la pressione al petto si manifesta a riposo, senza una particolare correlazione con l'attività fisica.

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Portare la frequenza a 170 non non fa bene ad alcun cuore

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso