Utente
Gentilissimi Cardiologi di Medicitalia,
sono una donna in salute e sportiva, che cerca di fare il suo meglio per mantenersi in piena forma.

Da circa 10 anni, siccome pratico nuoto master, effettuo un ECG ed un ecocardiografia.
Inoltre ogni 2 o 3 anni effettuo una prova da sforzo.

Il mio cardiologo mi dice sempre che il mio cuore sta bene e che posso praticare tranquillamente attività sportive di qualsiasi tipo.

Io non mi sono mai soffermata sugli ECG, limitandomi a leggere i referti.

Oggi, sistemando la mia documentazione medica e quella di mio marito, mi sono soffermata, per curiosità, sugli ECG fatti nei passati 10 anni, e mi sono resa conto che tutti i miei ECG fatti negli anni, rispetto a quelli di mio marito, hanno una particolarità: la linea di base è molto tremolante.
Un po’ quello che si vede nella fibrillazione atriale (che conosco in quanto l’ha avuta una mia amica), però nel mio caso è un tremolio molto più fine, poco ampio, come se il segnale elettrico fosse disturbato, e non c’è nessuna aritmia.

Negli ECG di mio marito questo aspetto che potrei anche definire finemente seghettato si vede solo negli ECG da sforzo, ma non in quelli di base.

Ho chiesto chiarimenti al mio cardiologo, il quale si è limitato a dirmi di non fissarmi, perché i miei ECG sono perfettamente normali, senza alcuna irregolarità o anomalia.

Ho letto su internet che i tremori muscolari possono creare questo effetto, ma io non credo proprio di averli.

Quindi, quello che vi chiedo è questo:
cosa può determinare, in assenza di qualsiasi sintomo, in un ECG completamente privo di alterazioni (privo di aritmie, segni di ipertrofia, disturbi di conduzione, ecc.
) un aspetto tremolante, poco lineare, della linea di base?

Può essere qualcosa di fisiologico, di cui non preoccuparsi?

Può essere legato al fatto che sono ansiosa e quindi magari non sto perfettamente ferma durante l’ECG?

Vi capita di vedere ECG di questo tipo in soggetti perfettamente sani?

Grazie mille.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Lei pensa che il suo cardiologo non sappia riconoscere una fibrillazione atriale cioè sia un analfabeta della cardiologia ?
In tal caso perché si rivolge a lui ?

La saluto
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
Egregio Dottore,
grazie innanzitutto per la risposta, così tempestiva.
Io non temo di avere la fibrillazione atriale.
Ho solo chiesto perché un ECG può essere molto tremolante, poco lineare. È un’eventualità normale?
Il mio cardiologo dice che è un reperto innocuo, che può aversi anche semplicemente a causa del fatto che paziente non sta completamente fermo durante la registrazione.
Vi ho scritto dunque per sapere se è effettivamente così, oppure se ci sono patologie che rendono meno lineare la linea di base dell’ECG.
Grazie.

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
lei nin ha alcuna fibrillazione atriale , come dice il uno cardiologo

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso