Utente
Salve ho 22 anni e sono un ragazzo che soffre da un bel po di tempo di dolori nella parte del cuore vicino lo sterno talvolta ho difficoltà a respirare sia se sono a riposo o durante un qualsiasi sforzo fisico.
Quello che non capisco è che quando mi accingo a fare uno sforzo sento il mio cuore battere più lentamente talvolta lo sento palpitante, come se si volesse fermare poi riprende a battere normale soprattutto quando sono seduto e mi alzo avverto anche leggerissimi capogiri ed ho difficoltà.
a deglutire come se dovessi ruttare ma non riesco i dolori comunque si irradiano oltre che al petto un po dappertutto braccio schiena collo, come ho detto prima appunto certe volte ho difficoltà a respirare, quando faccio uno sforzo sento il cuore battere forte di intensità nel petto ed ho dolore nella zona del petto che ho riferiti prima respiro un po affannoso e un po di stanchezza, in questi mesi ho fatto tanti esami, 2 ecocardiogrammi color doppler, esami del sangue, tracciato al cuore all ospedale ed elettrocardiogramma sotto sforzo tutti con risultati negativi, c'è da dire che sono un tipo purtroppo abbastanza ansioso ed è una cosa di famiglia, le volevo chiedere se ci fosse un anomalia non si sarebbe già vista?
Grazie

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Ci siamo gia' scambiati alcuni post nei quali le ho risposto

https://www.medicitalia.it/consulti/cardiologia/780586-oppressione-al-petto-da-sdraiato-difficolta-a-respirare-cuore-che-batte-piano.html

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
Si dottore lo so la ringrazio per la risposta, ma cime si spiega giorni in cui ho battiti veloci anche a riposo e giorni con battiti lenti anche da alzato

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Allora programmi un Holter cosi si puo' studiare il suo ritmo e si tranquillizza

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#4] dopo  
Utente
Va bene grazie