Utente
Salve a tutti, ho già richiesto altri consulti in passato per diversi motivi e fatti accadutimi riguardanti la salute del cuore, ma comunque spero che questa sia l'ultima volta.
Poco fa ho ricevuto un trattamento cranio sacrale dove stando sdraiato a pancia in giù con l'osteopata che premeva in mezzo alle scapole quasi facendomi mancare il respiro, poco dopo ho iniziato a sentire il cuore battere sempre più veloce e con maggiore intensità facendomi un po' preoccupare; successivamente quando l'osteopata mi chiese di girarmi a pancia in su mi sono sentito la gabbia toracica riaprirsi permettendomi di respirare meglio, appena pero ho cercato di fare un respiro profondo ancora con lo sterno dolorante per la pressione subita, mi sono sentito un extrasistole davvero molto potente e fastidiosa, come se girandomi il cuore avesse riguadagnato spazio e avesse ricominciato a battere bene.
quindi; è possibile che questo fatto possa in qualche modo aver causato problemi o addirittura danneggiato il cuore? se posso volevo chiedere un ultima curiosità, ogni quanto si dovrebbe fare un elettrocardiogramma? l'ultimo che ho fatto era circa otto mesi fa con visita completa tra cui: elettrocardiogramma, ECG sotto sforzo e un ecocardiogramma risultati perfetti

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Nessun danno è avvenuto al suo cuore.
Alla sua eta basta un ECG ogni due tre anni

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso