Utente
Buongiorno,
Mi chiamo Alessandro ed ho 25 anni.

Da una settimana mi succede di svegliarmi improvvisamente per via di un aumento del battito cardiaco (circa 3 battiti al secondo) che fortunatamente dura solo pochi secondi dopo il risveglio.

Preciso che non capita fortunatamente ogni notte ma circa 3/4 volte, inoltre non nego che sto attraversando un forte periodo di stress inerente ad un infortunio alla cervicale che non mi fa stare proprio bene.

In passato ho fatto holter ed ECG per via di extrasistoli poi rivelatesi di origine nervosa.

Volevo Sapere gentili medici secondo voi questi episodi di aumento del battito anche abbastanza percettibile nel sonno da cosa può derivare?

Vi ringrazio in anticipo
Cordiali saluti

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Se lei pensa di avere crisi di 180 bpm esegua un Holter.
Tenga conto che 3 battiti a secondo non sono diagnosticabili al polso neppure da un esèerto cardiologo per motivi idraulici


arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
Prima di tutto la ringrazio per la sua immediata risposta dottore.
I 3 battiti al secondo li ho calcolati semplicemente mettendo la mano sul petto e contando,magari ho calcolato male probabilmente (magari anche perché sinceramente ero spaventato),ma resta il fatto che i battiti erano veramente veloci,tanto da provocare una sensazione di " vibrazione del torace",tutto ciò è durato pochi secondi,al termine mi sono addormentato tranquillamente e non ho più avuto nulla.mi consiglia di eseguire un holter nuovamente anche se la durata è davvero molto bassa e si manifesta esclusivamente di notte senza nessun altro problema nell'arco della giornata?

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
E' lei che mi dice di essera andato a 180 bpm...non io
Quindi ripeta l'holter

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso