Utente
Buongiorno, reduce da chiusura PFO ho eseguito eco di controllo.
Il medico però, che mi segue da anni per prolasso, questa volta era molto concentrato sul suo aspetto.
su questo forum spesso ho letto che c'è una distinzione tra atteggiamento prolassante mitralico e vero prolasso che merita attenzione.
Io ho "Ridondanza e prolasso dei due lembi della valvola mitrale con piccola disgiunzikne anulare (6 mm), trascurabile rigurgito valvolare, 2 jet telesistolici".

Per la prima volta quest'anno mi è stato detto che le mie frequenti extrasistoli, anche in bigeminismo, coppie, triplette sia atriali che ventricolari, possono dipendere da questo prolasso e che è necessario monitorarlo annualmente.
Mi ha chiesto se ho casi di morte improvvisa in fsmiglia (no) e se ho avuto sincopi (sono svenuta due volte in 23 anni, una quando avevo l'influenza e l'altra mentre stavo facendo una RM da seduta, credo perché sono andata in iperventilazione).
Mi ha anche prescritto test al cicloergometro, mai eseguito prima d'ora.
Sono un po' preoccupata perché è la prima volta che dedica questa attenzione al prolasso.
Si tratta quindi di un prolasso che merita attenzione particolare?

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Tutti i veri prolassi mitralici vanno controllati annualemnete mediante Ecocolrdoppler cardiaco ed Holter
Se poi la diagnosi fosse certa deve assumere antibiotici come prevenzione di endocardite per interventi odontoiatrici, ginecologici e endoscopie

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
Grazie. Le extrasistoli che riporto sono di diverso tipo, tra cui "extrasistolia ventricolare monomorfa con alcune coppie con intervallo lungo". Nell'ultimo holter le BEV erano circa 1000. Mi è stato detto però che in holter a 3 derivazioni non è possibile capire il punto di origine dell'impulso. Solitamente nei tracciati risulta che io abbia un BBDX, può essere utile questa informazione per capire da dove originano?

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Mille extrasistoli al giorno sono un numero del tutto trascurabile
Si tranquillizzi

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#4] dopo  
Utente
Buongiorno, completo il quadro. Ho eseguito il test da sforzo che riporta: "test da sforzo interrotto per affaticamento. Negativo, non sintomi, non alterazioni ST-T. Picco di esercizio, durata 0.55 (mm/ss): pressione 135/85, FC 175 bpm (88% FC max)."
Posiamo considerare dunque questa disgiunzione anulare del prolasso come sì causa di aritmie ma non gravi, al momento, nonostante i bigeminismi ventricolari? Quindi eseguendo i controlli annuali di routine e intervenendo nel caso diventassero troppo frequenti,
Grazie mille.

[#5]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Le sue aritmie non destano preoccupazione, si tranquillizzi

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso