Utente
Biggi Ezio nato il 25.11.
1958 a Torino
Residente: Carrara in via Cattaneo 1-ter
Telefono: 388 8227937 0585788441 - 3478502555
Mail: eaglevoto@gmail.com
Cardiologo: Dr Richieri

Fattori di rischio cardiovascolari: non familiarità per MCV (PM in età avanzata la madre).
Non FDR.
Allergie: no.

Anamnesi remota: tonsillectomia.
Per il resto anamnesi negativa.
Nel 2016 riferisce episodio similartritico risoltosi con un breve terapia cortisonica.

Anamnesi cardiologica: Nel 2010 riscontro di prolasso.
Eseguiti periodici controlli cardiologici presso ASL di Massa.

A gennaio 2020 durante accertamenti di prericovero al Galeazzi riscontro di soffio e quindi diagnosi di insufficienza mitralica severa confermata sia al TT che al TE, dove è segnalato prolasso di tuttge le porzioni con rottura di corda in P2.

Esame Obbiettivo: Ottime condizioni generali; cuore: ritmico, soffio sistolico 3/6, normofrequente, qualche extrasistole, non sfregamenti toni validi.
Itto non visibile non palpabile.
Torace: buona escursione.
MV normotrasmesso ai campi medi e apici.
Addome: globoso.
Polsi normosfigmici.
Peso: 82; H: 170
Ecocardio: si conferma IM severa da prolasso e rottura di corde in P2.
DTD 52, DTS 37.
FE 60%.

Terapia:
Sequacor 2.5 mg
Triatec 2.5 mg
Conclusioni: paziente affetto da insufficienza mitralica severa, nota da tempo, sintomatico per palpitazione e lieve dispnea da sforzo.
La morfologia della valvola presenta una buona probabilità di ottenere un buon risultato anatomico e funzionale da una riparazione mitralica.
Ritengo che vi siano sia i criteri clinici ed ecocardiografici per porre indicazione a intervento di riparazione mitralica con approccio mininvasivo in minitoracotomia.
Intervento non è urgente e può essere fatto elettivamente anche dopo l’estate.

Al ricovero coronarografia.

Cordialmente


Dr Mattia Glauber Milano 15.5.2020

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
non vedo la domanda.

L indicazione è di operarsi, a mio avviso, il,prima possibile

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso