Utente
Buonasera Dottori.

Sono un ragazzo di 23 anni particolarmente ansioso.

Negli ultimi 4 mesi mi è capitato qualcosa di strano per 3 volte, con l'ultimo episodio stanotte.

Mi sono svegliato al mattino con il mio orologio (un Apple Watch) che segnava che ho mantenuto i 120/130 bpm durante il sonno per un tempo compreso tra l'ora e le due ore.

Stanotte, ad esempio, mi ricordo lucidamente di aver avuto un incubo, ma è normale che una frequenza così alta perduri così a lungo durante il sonno?
Stanotte ho mantenuto i 125 bpm dalle 04. 30 alle 06. 30, svegliandomi alle 06. 30 particolarmente agitato.
Premetto che ieri sera ho bevuto tre bicchieri di vino, e non sono abituato a bere.
In più, è stata una giornata molto stressante.

Soffro di reflusso gastrico, che talvolta mi causa tachicardia postprandiale e qualche extrasistole.

La tachicardia è partita appena dopo sono andato a dormire, mantenendosi per circa due ore.
Una volta riaddormentatomi, la frequenza è scesa di colpo a 60 bpm e si è mantenuta tale fino alle 12. 00.

Premetto che ho già fatto un holter cardiaco nell'ultimo anno totalmente nella norma (1 solo BESV in tutto il giorno, per il resto nessun'anomalia).
Che io sappia non soffro di Apnee Notturne.
Ho già fatto esami tiroidei, con TSH, FT3 e FT4, e sono nella norma.
Ho fatto la visita medico sportiva ed è risultata nella norma.
Ho fatto un ecocuore ed è risultato nella norma.
ECG e Prove da Sforzo nella norma.
L'unica cosa che mi sento continuamente dire è che dovrei darmi una gran calmata.

L'episodio precedente a questo mi è capitato due mesi fa, esattamente il 20 Settembre.
Anche lì stavo passando un periodo molto stressante.

L'unica cosa che mi preoccupa è il perdurare della tachicardia così a lungo.

Posso star tranquillo o vale la pena indagare ulteriormente?
(Non saprei come, visto che accade così tanto di rado e non saprei come cogliere il fatto con un Holter).

Grazie mille in anticipo
Cordiali Saluti

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Innanzitutto tali orologi non sono certo affidabili, in secondo luogo lei ha tutti esami cardiologici normali.
se poi ha anche bevuto è ovvio che la frequenza aumenta.

arrivedèrci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio molto per la tempestiva risposta Dottore.
Si, gli esami sono sempre stati nella norma, ho eseguito come Le dissi un Holter e un Ecocardio l'anno scorso perché sentivo extrasistoli bensì il Cardiologo mi disse che ne fa rilevata una sola nell'arco di tutta la giornata e che il mio cuore era sano come quello di un pesce.
L'ecocardio era totalmente pulito, nulla da segnalare.
Lo stesso vale per ogni altro genere di esame sopracitato, eseguito anche più volte nel corso dei vari anni.
Non avrei richiesto questa consulenza se non fossi stato "allarmato" dalla durata della tachicardia, ma la sua spiegazione viene anche incontro al mio reflusso, che magari può incidere a sua volta.

Casomai si ripresentasse il problema nel breve/medio termine, sentirò il mio medico di base per programmare un altro Holter, ma vista la frequenza bimensile degli episodi dubito che possa servire a qualcosa. Nel frattempo la ringrazio moltissimo per la celere risposta.
Cordiali Saluti Dottore!