Utente
Buongiorno dottori.

Sono un uomo di 30 anni che la primavera scorsa ha contratto il Covid con sintomi lievi (più che altro qualche giorno di forte spossatezza e fastidio alla gola).
Qualche mese dopo auscultando per caso il battito cardiaco a riposo mi sono accorto di manifestare abbastanza frequentemente extrasistoli (nella forma di due battiti ravvicinati seguiti da una pausa, scusate ma non conosco il nome tecnico).
Non so dire se fossero sempre state presenti o meno perchè non ci avevo mai fatto caso.

A fine estate per togliermi il dubbio svolgo visita privata presso un cardiologo molto quotato dell'ospedale di Parma che mi sottopone a elettrocardiogramma ed ecocardiogramma risultati entrambi perfetti.
(Non gli faccio presente di aver contratto Covid perchè non lo ritenevo rilevante).
Non pensa sia il caso di sottopormi ad Holter 24h o altri accertamenti perchè ritiene che in presenza di un cuore morfologicamente perfettamente sano come il mio le extrasistoli siano benigne.
Mi suggerisce quindi di non pensarci quando mi capita di sentirle, e così faccio.

Negli ultimi giorni però ho letto di studi recenti che hanno concluso che il Coronavirus sia in grado di lasciare conseguenze cardiache anche in chi ha contratto l'infezione in forma lieve, e purtroppo ho collegato con la mia situazione.

La mia domanda quindi è questa: considerando che quando ci faccio caso mi capita ancora di percepire le extrasistoli (in modo oggettivo e sempre nella forma di due battiti e pausa) , pensate sia meglio fare ulteriori accertamenti anche alla luce che ho avuto il Covid?
Oppure nonostante questo siete comunque d'accordo con le conclusioni del cardiologo?
Preciso che in Febbraio avevo già svolto un holter cardiaco 24h nella norma, segnalava solo "tre battiti ectopici sopraventricolari isolati" (ma era stato qualche settimana prima di ammalarmi appunto).

Scusate la lunghezza e grazie in anticipo per la risposta!

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
L ecografia cardiaca che lei ha eseguito esclude una complicanza miocarditica del COVID, .
Se continua a lamentare palpitazioni programmi tuttavia un Holter

cordialita


cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la risposta rapida e per il consiglio Dottor Cecchini,in caso provvederó.
Comunque concorda con il parere del cardiologo che vista la morfologia perfettamente sana del mio cuore è molto improbabile che le extrasistoli che avverto siano preoccupanti ?

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
si concordo

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#4] dopo  
Utente
Un dubbio velocissimo dottore ,scusi se la disturbo di nuovo : in caso programmassi l’Holter ritiene affidabili anche quelli che svolgono in farmacia oppure meglio rivolgersi a qualcun altro?

[#5]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
quelli di farmacia sono ottimi anche perché vengono poi refertati via web da cardiologi

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso