Utente
Buonasera,
Ho avuto il covid a fine ottobre e mi sono negativizzats il 20 novembre.
Ho avuto problemi di pressione ad alta e, in seguito a vi sita cardiologica, mi è stata trovata insufficienza mitralica lieve con necessità di controllo tra un anno.
Mi era stato prescritto per 2 mesi bisopropolo cardicor 1.25 mg che non ho potuto prendere in quanto mi creava vertigini.
Ora sto prendendo ansiplus cardio in gocce 60 gocce al giorno, mi ha regolarizzato il battito ma se lo interrompo l'aritmia riprende.
Volevo chiedere:1) se il battito accelerato può essere un sintomo post covid che può durare anche molti mesi dopo la negativizzazione, poiché ho anche fiato corto e congestione nasale 2) se l'insufficienza mitralica lieve può essere collegata al problema del battito accelerato e al fatto di aver avuto il covid e se è sufficiente, come mi è stato detto, fare controlli annuali.
Grazie, cordiali saluti E.
B.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Le rispondo con ordine

1 non mi pare proprio che possa essere un sintomo dopo tanto tempo dal,covid

2 la insufficienza mitralica non è direttamente correlata alle palpitazioni e se sta meglio con un banale prodotto come quello in gocce che sta assumendo significa che certo non sono sintomi di rilievo

si tranquillizzi

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso