Segni di un infarto

Salve, sono una ragazza di vent'anni e da un paio di settimane avverto un dolore pressante al centro del petto, di solito anche accompagnato da mancanza di fiato.
Un paio di volte è successo che il dolore si irradiasse a livello della schiena, dei muscoli intercostali vicini o si spostasse più verso destra.
Ho un saturimetro a casa e ogni giorno controllo il mio livello di ossigeno (mai sotto 97/96) e la frequenza cardiaca.
Capita spesso che io raggiunga valori superiori ai 100 battiti al minuto, ma considerato che è un periodo stressante ho pensato fosse normale.
Il punto è che questo dolore al petto non mi è del tutto nuovo è già capitato qualche volta che lo sentissi, solo che la frequenza con cui lo sto avvertendo da due settimane a questa parte è aumentata notevolmente.
Ho sentito che questi che ho elencato sono possibili campanelli d'allarme di un infarto, anche se la mia età svia un po' da tale diagnosi.
Per avere un quadro più generale della situazione posso dire di avere una vita non troppo sedentaria, ho smesso di praticare qualsiasi tipo di attività fisica solo nell' ultimo mese a causa di un intenso periodo di studio, ho un'alimentazione piuttosto priva di verdure, sono anemica e come si è intuito sono una persona abbastanza ansiosa e sempre stressata.
Dovrei preoccuparmi per questo dolore o è solo a causa dell'intenso periodo che sto attraversando o delle cattivi abitudini quotidiane?

Grazie.
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 70k 2,6k 2
Il dolore che lei descrive non è certamente cardiaco
si tranquillizzi

cecchini

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa