Utente
Buongiorno.

Sono un ragazzo di 24 anni, soffro di ansia, attacchi di panico, agorafobia e ipocondria.


Scrivo nella speranza che qualcuno di Voi, possa quanto meno darmi una parola di conforto.

Da tempo, non so indicare precisamente quanto, soffro di (a parere mio, siccome non mi sono mai controllato) di extrasistoli, ogni tanto, prima meno frequente, sento come un battito forte all'interno del petto.

Non ho sintomi fisici, pressione " perfetta ", ultimo elettrocardiogramma negativo, esami del sangue fatti due anni fa, perfetti anche quelli.

La.
realta è che la mia ansia mi sta prosciugando tutte le forze che ho, non riesco a non pensare al peggio, al fatto di avere un tumore al cuore, in realtà lo penso per ogni minimo sintomo fisico che riporto, ogni volta, penso sempre al peggio.


Prendo alprazolam pensa, 20 gocce al mattino e 20 la sera, e andava tutto regolare, alle extrasistoli nemmeno ci facevo caso, pensavo fosse normale, finché in piena quarantena, ebbi uno degli attacchi di panico più forti della mia vita, dove quasi ho avuto la percezione di morire, ero seriamente convinto di smettere di respirare, che i miei polmoni avrebbero ceduto, che mi sarebbe venuto un infarto.


Non ho sintomi che possano far pensare a patologie ne cardiache, ne altro, anzi, sono stesso io a volte che in momenti di lucidità penso proprio che io mi stia preoccupando per il nulla totale.

Ora chiedo a voi, questa ansia fortissima, può provocare le extrasistoli?

Possono essere dovute più che altro ad un fattore psicologico piuttosto che fisico?


Piccola parentesi:
Essendo molto sedentario, avendo appunto paura di muovermi per la paura di riportare sintomi che possano farmi pensare al peggio (riguardante il cuore) ho deciso da poco di andare incontro a questa paura, ed ogni giorno faccio una camminata di 15-20 minuti dopo pranzo, per tenermi in movimento, e faccio anche le scale per tornare in casa.

Non sento fatica, affanno, nulla di nulla, anzi.


Domanda:
Se fossi cardiopatico, riuscirei a fare le scale e 4-5 chilometri di camminata a piedi (senza pause) senza sentire affanno o fatica?


Chiedo scusa in partenza per questa mia domanda e nella speranza che qualcuno di Voi mi risponda, pongo i miei più cordiali e distinti saluti, ma davvero, ho bisogno di inziare a vivere, per voi potrà sembrare anche una cosa da poco, ma per me una risposta di uno di noi sarebbe davvero fondamentale.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Gli Attacchi di panico non si curano con un sintomatico come l'alprazolam, ma con ben altri farmaci che uno psichiatra le potrra' prescrivere.
Non puo' continuare a vivere cosi

Si affidi ad uno psichiatra di sua fiducia ed in poche settimane la sua vita cambiera

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
Gentile dott. Cecchini
Innanzitutto la ringrazio di cuore per la sua risposta e per avermi dedicato una piccola parte del Suo tempo.
Unica cosa, le dispiacerebbe, se non chiedo molto, rispondere alle domande relative alle extrasistoli che ho posto nel consulto ?
Le sarei grato se lo facesse .
Grazie in anticipo, un saluto !

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
la sua domanda ...se io fossi cardiopatico riuscirei a fare4-5 km ...etc etc... è una domanda senza senso .
perché ci sono tante malattie cardiache . Nello,scompenso cardiaco ovviamente lei non riuscirebbe a camminare come dice lei, ma per ciò che riguarda le,patologie aritmiche incpvece si...basti pensare a fior fiore di atleti colpiti da morte improvvisa.

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#4] dopo  
Utente
Certo quello non lo metto in dubbio, avrei voluto semplicemente sapere se le extrasistoli/palpitazioni di cui soffro, possono essere generati dall'ansia e dalla paura continua, piuttosto che per malattie cardiache, visto che oltre a quello non riporto nessun altro sintomo..

Grazie!

[#5]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Lei non ha alcuna malattia cardiaca.
Se ne faccia una ragione

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso