Utente
Buongiorno, sono una ragazza di 25 anni e nell'ultimo mese sto vivendo un brutto periodo di malessere.
Sono sempre stata un po' ansiosa come persona, ma nell'ultimo periodo si è accentuata molto (durante l'anno,
oltre alla pandemia, sono successe alcune cose negative nella mia vita).
A luglio ho avuto il mio primo attacco di panico, non avendone mai avuto uno pensavo davvero di morire e che mi stesse venendo un infarto, ma dopo una ventina di minuti è passato.
Dopo quell'episodio ne ho avuti altri due a dicembre, il primo sempre traumatico mentre il secondo sono riuscita a gestirlo meglio.
Da quando ho avuto questi attacchi ho iniziato ad essere ossessionata da qualsiasi segnale del mio corpo, specialmente al cuore.

Nelle ultime settimane ho iniziato a sentire un fastidio al petto sinistro, dalla parte esterna del seno fino alla clavicola (alle volte anche vicino allo sterno).
Non è dolore, ma fastidio, come se fosse sempre in tensione e spesso per sentirlo meno appoggio la mano sotto il seno e lo tengo un po' sollevato e mi sembra di stare meglio.

Inoltre mi capita di svegliarmi di notte e di sentire questo fastidio che mi spaventa e mi fa pensare subito a problemi al cuore (di notte digrigno i denti, il mio dentista mi ha fatto il bite notturno).
Misurando pressione e battiti è sempre abbastanza regolare, dipende dal momento della giornata.
Per stare più tranquilla, un mio amico mi ha mandata dal suo medico dello sport per un elettrocardiogramma, ho fatto sia quello a riposo che quello sottosforzo ed entrambi sono risultati nella norma (quello sottosforzo però presenta una tachicardia che rimane ancora in po' dopo lo sforzo).
Nonostante questi test fatti non riesco a stare tranquilla, sento che spesso sto contratta con le spalle in alto per via del fastidio al petto e quando ci penso mi agito molto.

Tutto questo sta influenzando molto la mia vita e ora non so come muovermi, dovrei fare altri controlli o tutto questo è dovuto dall'ansia?

Grazie mille.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Si e' ansia che v curata con farmaci come tutte le altre malattie
Contatti uno psichiatra di sua fiducia


arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille della risposta dottore, la sua risposta mi ha rassicurata.
Seguirò il suo consiglio, buona giornata.

[#3] dopo  
Utente
Buongiorno dottore , scusi se la disturbo di nuovo ma volevo chiederle ancora una cosa. Anche questa notte mi sono svegliata una volta, circa verso le 4 e mezza (sono andata a dormire molto tardi quindi solamente due ore e qualcosa dopo essermi addormentata) con una strana sensazione al petto e credo un po' di tachicardia. Ovviamente il mio cervello ha subito pensato a qualcosa di brutto come un infarto, ma dopo una manciata di minuti mi sono riaddormenta. La sensazione era davvero reale, tanto che mi sono dovuta sedere e mettere la mano al petto più volte.
L'ansia può provocare anche questo? Nonostante io fossi andata a dormire tranquilla?
Per cercare di stare tranquilla penso sempre che l'Ecg era nella norma e che se avessi avuto un problema sarebbe venuto fuori da li, sbaglio?

Grazie mille.

[#4]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
somo somatizzazioni ansiose.
per quello,deve curarsi

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso