Fibrillazione atriale

Buonasera, chiedo un parere perché sono molto preoccupata per la salute di mio padre.
Ha 69 anni è iperteso ed in sovrappeso.
È stato portato in ospedale per battiti acellerati, ritmo irregolare edema gambe e dimesso con diagnosi di fibrillazione atriale, emocromatosi, cardiopatia ipertensiva, non stasi polmonare.

Da un referto di ecocardiodoppler datato 2017 noto nelle conclusioni atrio sinistro aumentato di dimensioni, insufficienza mitralica minima, disfunzione diastolica di I grado, ventricolo sinistro IMVS 157g/m2 RWT 0.68, tutto il resto nella norma.

I seguenti esami sono stati richiesti in seguito ad una tachicardia parossistica e una trombosi venosa profonda curata con anticoagulanti orali.
Dopo la guarigione è sempre stato sotto cura con cardura e prisma per due volte al giorno e gli anticoagulanti sono stati sospesi.
Per i problemi al cuore che noto solo adesso, non è mai stato fatto nulla, ad oggi sono inoltre passati 4 anni e sicuramente la situazione è peggiorata vedendo la diagnosi di fibrillazione atriale e cuore in sofferenza.
Quando gli misuro la pressione il ritmo risulta tutto ora irregolare, i battiti a volte sono alti a volte no.
In attesa di un consulto da un cardiologo, lei cosa ne pensa??
è una situazione grave?
La sopravvivenza è ridotta?

Faccio presente che ha tosse al mattino con catarro che credo sia sintomo di scompenso cardiaco.

Ci sono cure per i seguenti problemi?

Vi ringrazio in anticipo
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 70k 2,6k 2
suo pafre ha una fibrillazione atriale e deve assumere antoacoagulasnti otli vrj non sono certo l'inutile Prisma.

Se lei mi potesse inviare i dati ECG ed ECOCARDIO potrei esserle piu utile.
Mi invii anche gli esami del sangue per cortesia

mail: cecchinicuore@gmail.com

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buonasera Dottore,vedo soltanto adesso la sua risposta. Innanzitutto volevo a ringraziarla per la sua gentilezza e disponibilità.
Vi aggiorno sulla situazione,al momento mio padre segue terapia anticoagulante orale con pradaxa due compresse al giorno,e cosyrel 5/10. Salasso una volta al mese per sangue in eccesso.
La pressione si è stabilizzata anzi risulta essere un po' bassa si aggira sui 98/59 il ritmo è regolare e i battiti vanno dai 60 a 69,risulta presente anche un po' di tosse.
Da un po' di giorni ha però diarrea...volevo chiederle se i valori possono essere considerati normali e se i disturbi gastrointestinali possono essere causati dalla terapia? Consiglia di assumere un gastro protettore?
Vi ringrazio in anticipo,appena ho gli esami mi farebbe piacere ricevere un suo consiglio,in Calabria purtroppo dispiace dirlo ma la sanità non è dei migliori.
[#3]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 70k 2,6k 2
se suo,padre presenta diarrea si ricordi di

1 fargli bere almeno due litri di acqua al di

2 mangiare o,bere almeno 500 almeno di jogurrh

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa