Utente 570XXX
Gentile dottore chiedevo un consulto
Riguardo mia madre 74anni.
Il 5-08-2019 si è fratturata il IV metacarpo
Scomposta e il v non scomposta.
Operata dopo 11 giorni con fili di k è doccia
Gessata. Fatti tutti i controlli settimanali
E tolto la doccia gessata e i fili di k dopo
30 giorni. Dalla Rx risultava tutto bene
Con ossa ben allineate; la mano appariva un po' gonfia e anche il polso con molta difficoltà nei movimenti.
Iniziata quasi subito la riabilitazione il polso
A ripreso a muoversi praticamente totalmente. Anche pollice indice hanno ripreso completamente. Il dito medio ha recuperato il movimento per 80%.
Invece il problema persiste sull'anulare e
Mignolo rispettivamente IV e V che si piegano non oltre il 50%. Stiamo continuando la riabilitazione da piu' di un mese ma entrambi i diti fanno fatica a piegarsi oltre. Inoltre se il fisioterapista li forza un po' troppo alla sera la mano potrebbe
Gonfiare leggermente e essere dolorante
Per un 'intera giornata.
Ringrazio anticipatamente spero di essere
Stato chiaro nella spiegazione.
Desidererei un vostro parere al riguardo?
Se anulare e mignolo potranno tornare a piegarsi
Perlomeno quasi come prima?
Come mi consigliate di procedere?
Quanti mesi di riabilitazione ci vorranno?
Grazie distinti saluti

[#1]  
Dr. Giuseppe Internullo

36% attività
20% attualità
16% socialità
RAGUSA (RG)
CALTAGIRONE (CT)
CATANIA (CT)
AGRIGENTO (AG)
GELA (CL)
ENNA (EN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Il recupero funzionale dipende anche da una collaborazione del paziente, dalla tolleranza al dolore e anche dall'età. Continuerei la riabilitazione a domicilio. Più passa il tempo a fare esercizi a domicilio maggiori sono le possibilità di un recupero progressivo ma forse non completo
Dr. Giuseppe  INTERNULLO
www.chirurgiadellamanocatania.com

[#2] dopo  
Utente 570XXX

Gentile dottore la ringrazio vivamente
Per la sua risposta. Mi ha incoraggiato
A proseguire .
Volevo aggiungere che mia madre frequenta tre sedute settimanali di
Fisioterapia. Oggi ho accompagnato mia
Madre dal terapista con la mano un po'
Gonfia. Il terapista ha riscontrato che dipendeva dal polso. Quindi lo a fatto muovere. E la seduta si è conclusa molto
Bene in quanto mia madre ha sentito la
Mano più morbida e non più dolorante.
Sia io ( figlio) che il terapista eravamo
Ottimisti per il recupero.
Anche se di terapia bisognerà farne ancora tanta.
Volevo ancora chiederle se possibile.
Ad oggi sono poco più di un mese
Che pratichiamo tre sedute settimanali
Di fisioterapia dal terapista; più vari esercizi a casa per il mantenimento.
Secondo lei sono sufficienti tre sedute
Settimanali di fisioterapia o bisognerebbe
Aumentare?
Quanti mesi ancora ci vorrà di terapia per
Avere una buona guarigione?
A casa con che frequenza dovremmo svolgere gli esercizi di mantenimento?
Coradiali saluti.

[#3]  
Dr. Giuseppe Internullo

36% attività
20% attualità
16% socialità
RAGUSA (RG)
CALTAGIRONE (CT)
CATANIA (CT)
AGRIGENTO (AG)
GELA (CL)
ENNA (EN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
si, sufficienti. Dia tempo al tempo e vedrà che la sua mamma avrà sempre un graduale miglioramento...faccia anche esercizi a casa, mi raccomando.
Dr. Giuseppe  INTERNULLO
www.chirurgiadellamanocatania.com

[#4] dopo  
Utente 570XXX

Gentile Dottore la ringrazio nuovamente
Tantissimo per la sua risposta.
Se non disturbo troppo volevo chiedere
Un ulteriore suo parere; sempre per mia madre. riguardo al fatto
Che ci fu consigliato un po' di tempo fa
Di fare la Risonanza magnetica alla mano.
E finalmente l'abbiamo fatta. Esito:
Si apprezza la presenza di Edema intraspongioso interessante la regione
Diafisiaria del quarto e quinto metacarpo
In quadro compatibile con l'anamnesi
Segnalata di pregressa frattura.
Si associa Edema dei tessuti molli limitrofi e presenza di versamento intrarticolare livello delle articolazioni
Metacarpo falangee.
In considerazione del anamnesi a delle
Caratteristiche dell'esame odierno
Approfondimento diagnostico mediante
l'esecuzione di esame ecografico per studio delle strutture tendine del quarto e
Quinto dito.
Non ulteriori aree di alterato segnale delle strutture ossee comprese nei limiti di vista dell'esame odierno.
Questo è stato l'esito.
Cosa significa?
Bisogna fare delle cure farmacologiche?
E' meglio fare una visita specialistica;
E se si da che medico è meglio andare?
L'Edema e' una cosa grave oppure no?
Desidererei un suo parere al riguardo.
La ringrazio anticipatamente in attesa
Di una sua risposta.
Cordiali saluti.

[#5]  
Dr. Giuseppe Internullo

36% attività
20% attualità
16% socialità
RAGUSA (RG)
CALTAGIRONE (CT)
CATANIA (CT)
AGRIGENTO (AG)
GELA (CL)
ENNA (EN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
LA RISONANZA CONFERMA QUANTO LEI AVEVA PRECEDENTEMENTE SCRITTO. QUADRO RMN COMPATIBILE CON POSTUMI TRAUMA. NON FACCIA ALTRO. CONTINUI TERAPIE FISIATRICHE E CONSULTI UN CHIRURGO DELLA MANO NELLA SUA ZONA. MA QUELLO CHE STATE FACENDO VA BENE.
Dr. Giuseppe  INTERNULLO
www.chirurgiadellamanocatania.com

[#6] dopo  
Utente 570XXX

La ringrazio infinitamente per le sue
Risposte.
Penso di essermi chiarito un po' le idee.
Di nuovo Grazie.
Cordiali saluti

[#7] dopo  
Utente 570XXX

Gentile dottore se non disturbo troppo
volevo chiedere un'altra cosa sempre
Riguardo alla frattura IV e V metacarpale
Di mia madre.
La riabilitazione procede abbastanza bene; abbiamo fatto anchè laser terapia
E sembra migliorata la dolorabilita' in quanto la mano nelle ore notturne non fa piu' male e neanche gonfia.
Utilizziamo anche pomate per l'edema.
Il problema che ho riscontrato è questo:
Con una buona riabilitazione siamo riusciti a fare flettere maggiormente le dita operate con fili di k è doccia Gessata.
E piu' precisamente le dita si fletteno
Circa 1; 1,5cm in più rispetto a prima.
Di questo Ero molto soddisfatto anche il
Terapista lo ha notato il miglioramento di
Flessione.
Però succede che trascorsa la notte,
Quindi a riposo; all'indomani la mano si
Ripresenta nuovamente rigida nel senso
Che i progressi di flessione avuti per esempio il giorno prima si vanno quasi ad annullare il giorno dopo.
E bisogna riprocedere con gli esercizi passivi per avere la flessione come prima.
Chiedevo un vostro parere al riguardo?
Se le dita sbloccate procedendo con la
Terapia arriveranno a un punto che non
Si inrigidiranno piu?
Sono circa due mesi che facciamo terapia
Riabilitativa quanta ne occorrerà ancora?
Ringrazio anticipatamente.
Cordiali saluti

[#8]  
Dr. Giuseppe Internullo

36% attività
20% attualità
16% socialità
RAGUSA (RG)
CALTAGIRONE (CT)
CATANIA (CT)
AGRIGENTO (AG)
GELA (CL)
ENNA (EN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Consiglio proseguire con cure ed esercizi a domicilio, il tempo migliora con il tempo e con gli esercizi da fare a domicilio...
Dr. Giuseppe  INTERNULLO
www.chirurgiadellamanocatania.com

[#9] dopo  
Utente 570XXX

Grazie mille gentile dottore per la sua
risposta. Farò così come dice.
Cordiali saluti