Utente
Buonasera a tutti,

Ho recentemente subito un intervento chirurgico in day hospital per riconnessione del tendine flessore del pollice della mano sinistra in seguito a sub lussazione dovuta a ferita da taglio.


La convalescenza è durata 3 settimane con ferita fasciata in una stecca che immobilizzava il dito.


Ieri ho rimosso i punti della ferita chirurgica (filo di colore blu) e al mio rientro a casa, solo dopo aver lavato le mani, con il distaccamento di un pezzettino di crosta (sangue coagulato) della ferita ho notato la presenza ancora di un punto di sutura, alla vista sembra differente dagli altri e di colore bianco/trasparente.


La mia domanda è: può essere che suddetto punto sia uno di quelli riassorbibili applicati al tendine e quindi destinato a cadere da solo (magari l’estremità di un intradermica) anche se sono già trascorsi 21 giorni, oppure può essere che sia Uno dei tanti normali sfuggito all’infermiere proprio perch mimetizzato con il sangue coagulato?


Aggiungo che la mobilità del pollice è molto ridotta e mi è stato suggerito dal PS una fisioterapia di riabilitazione passiva e attiva fai da te con la pallina anti stress.


Dopo le tre settimane dall’intervento e alla rimozione dalla stecca quindi il dito si nota particolarmente gonfio... anche questo è normale?


In attesa di un vostro riscontro e certo della vostra collaborazione vi ringrazio anticipatamente e vi porgo i miei cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Giorgio Leccese

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
MATERA (MT)
TRANI (BT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Si.

Il tipo di esercizi e quando iniziarli dipendono dal tipo di sutura tendinea eseguita e del tipo di lesione riscontrata.

Noi non conosciamo questi dettagli, per cui le conviene sentire direttamente il suo chirurgo.

Buona Pasqua.
Dr. Giorgio LECCESE

NB: il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale