Utente
Cari dottori Buongiorno, a Gennaio ho avuto l'RSI (disturbo degli arti superiori da lavoro) a causa dell'eccessivo utilizzo del computer e forse della palestra, ho avuto dolori e parestesie a livello di nervo mediano (tunnel carpale) per un mese circa, dopodiché il problema si é spostato al nervo ulnare (sindrome canale cubitale), grazie alla terapia prescrittami dal Neurologo (Brufen e Neurotrofici) e la buona condotta che ho avuto nel tenere a riposo i nervi mi ha portato ad un totale recupero.


Ho cosi iniziato a seguire una sorta di "riabilitazione" che comprendeva un graduale riutilizzo del pc e da poco, dopo 3 mesi di pausa, anche della palestra.

ho avuto non pochi problemi in questa sorta di riabilitazione perché comunque il nervo si doveva riabituare al vecchio ritmo e mi dava dolori che ho risolto lasciandolo per un po riposato, consentendomi poi di poter metterlo ancora di piu sotto sforzo, ottenedendo ottimi progressi.


Per 2 settimane non ho avuto nulla sino a quando non decido di riprendere seriamente a rialzare pesi in palestra dopo una settimana riabilitativa diciamo, a mettere a massimo regime l'utilizzo dei polsi, nervi e avambraccia.


Purtroppo da Martedí, ovvero il giorno dopo palestra, ho iniziato ad avere delle leggere ma fastidiose parestesie dal lato del nervo ulnare del braccio non della mano ne del gomito che prima avevo al tempo, senza nessun tipo di dolore e/o affaticamento che di solito appare nella fase infiammatoria.


Volevo chiedervi cari dottori, se cio che mi sta accadendo é una normale fase transitoria di parestesia, dove vede il nervo riabituarsi ai vecchi ritmi, e quindi devo ancora una volta tenerlo riposato per poi progredire con la palestra?



Non ho ricevuto una risposta chiara dal mio Neurologo su questo fatto e speravo che voi me la potevate dare.


ci tengo a precisare che la parestesia e circoscritta esattamente al nervo ulnare ed isolata all'avambraccio escludendo quindi il polso e il gomito.


Spero in un vostro consiglio
Grazie per il tempo e saluti!

P.
S.
Il braccio in questione é il sinistro, ovvero il mio braccio principale, il destro mi ha dato relativamente pochi problemi, quindi questo messaggio parla principalmente del braccio sinistro.

[#1]  
Dr. Giorgio Leccese

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
MATERA (MT)
TRANI (BT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

cosa dice l'attuale EMG?

E' stata eseguita anche con il gomito flesso?

Buona domenica.
Dr. Giorgio LECCESE

NB: il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dottore la ringrazio per la risposta, ho fatto solo la radiografia (se vuole le leggo il risultati)e, dal momento che mi sono subito preso cura del problema, mi era stato suggerito di farla dopo che la terapia prescritta dall'ortopedico non avrebbe funzionato (Brufen e SuperAla 800), la terapia ha funzionato e quindi l'EMG non è stata fatta.
Tuttavia visto che mi è tornato il semplice formicolio, ho prenotato la visita di EMG, che, a causa del COVID è slittata fra 10 giorni.

Caro dottore le chiedo una piccola opinione professionale, mi consiglia di continuare ad andare in palestra oppure fermarmi momentaneamente? Questa situazione non mi provoca dolore, e dormo tranquillamente la notte. Inoltre a gomiti flessi non mi si presenta nessuna forma di dolore o debolezza

[#3]  
Dr. Giorgio Leccese

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
MATERA (MT)
TRANI (BT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Meglio fermarsi.

L'elettromiografia è fondamentale e va eseguita a gomito disteso ma anche a gomito flesso (le forme lievi di compressione del nervo ulnare non vengono rilevate quasi mai dalla EMG fatta con il gomito esteso, fasi negativi).
Dr. Giorgio LECCESE

NB: il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale

[#4] dopo  
Utente
Dottore grazie per la risposta, farò l'EMG sia a gomito disteso e flesso come lei mi ha consigliato, un'altra cosa, soffro da molto tempo di fastidio al trapezio, e non vorrei che sia in qualche modo correlato, nel caso provenisse da lì con l'elettromiografia lo saprei? Ho paura che sia un danno irreversibile.
La ringrazio per la pazienza e le auguro una buona Domenica.

[#5]  
Dr. Giorgio Leccese

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
MATERA (MT)
TRANI (BT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
No.

L'EMG dice solo come funzionano i nervi dell'arto esaminato.

Il dolore al trapezio verosimilmente è di origine muscolare.
Dr. Giorgio LECCESE

NB: il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale