Utente
Buongiorno,

5 giorni fa (25 Dicembre) a causa di un incidente domestico mi sono tagliato con una lamiera alla base dell'indice della mano destra.

Mi sono recato in PS a causa della copiosa fuoriuscita di sangue e un senso di mancanza di sensibilità al polpastrello del dito.

In PS sono stato medicato, e sono stati applicati 5 punti di sutura.
Il Dottore mi ha fatto effettuare una prova di pressione con il mio indice contro la sua mano ed ha riferito che non ci sono lesioni importanti, e che la mancanza di insensibilità al polpastrello è dovuta a qualche microlesione nervosa che migliorerà nel tempo.

Ieri sono stato dal mio medico curante, come prescritto dal PS il 25/12 per la prima medicazione della ferita, che è stata effettuata, ed il dottore ha riscontrato che la ferita si sta rimarginando bene.

Il problema è che avverto una quasi totale mancanza di sensibilità al polpastrello del dito interessato, nello specifico la parte del polpastrello sinistra (lato pollice) ha piena sensibilità, invece la parte interna (lato medio, dove si è verificato il taglio) ha una sensibilità molto scarsa, con senso di "fastidio" ogni volta che provo a toccare qualcosa; inoltre durante la medicazione il Dottore ha fatto pressione sulla ferita con la garza per disinfettare, e in quel momento ho avvertito delle fastidiosissime "scosse" che si propagavano lungo tutto il dito.

Ne ho dedotto che probabilmente come mi ha confermato anche il medico curante è presente una lesione nervosa; mi ha comunicato che lentamente questi fastidi dovrebbero passare.

A tal proposito vorrei sapere, è corretto aspettare e vedere come si evolve la situazione o sarebbe meglio un consulto più approfondito per capire meglio l'entità del danno?
I sintomi sono riconducibili ad un piccolo trauma o possono essere causati da un problema più serio?


Cordiali saluti.


MATTEO

[#1]  
Dr. Giuseppe Internullo

40% attività
20% attualità
16% socialità
CALTAGIRONE (CT)
CATANIA (CT)
GELA (CL)
AGRIGENTO (AG)
RAGUSA (RG)
ENNA (EN)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2009
Potrebbe essersi lesionato i collaterali nervosi del dito ove ha avuto il trauma, farei due cose: una Elettromiografia e poi consulterei un chirurgo della mano nella sua regione.
Dr. Giuseppe  INTERNULLO
www.chirurgiadellamanocatania.com