Utente 477XXX
Gentili dottori,
avrei da porvi una domanda in merito ad un problema di ernia ombelicale.
Ho un'ernia ombelicale poco più grande di un centimetro.
Da circa 3 anni ogni tanto sento pungere, soprattutto se ho ripetuta tosse.
Stamattina ho effettuato un'ecografia con il seguente responso:

"L'esame ecografico ha evidenziato, in sede peri-ombelicale, tra xifoide ed ombellico, una breccia erniaria di mm 14x16, con presenza, in atto, di tessuto omentale.

Utile riscontro clinico-specialistico".


Pensate che quest'ernia possa essere pericolosa, e se si quanto rischio?
E' necessario fare l'intervento?


Vi ringrazio anticipatamente

[#1]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, la terapia delle ernie è la chirurgia, il rischio lasciandola è lo strozzamento di grasso o di qualche viscere.
Il consiglio è una valutazione del chirurgo per programmare l'intervento.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#2] dopo  
Utente 477XXX

Dottore la ringrazio per la sua risposta.
Avrei da porLe solo qualche domanda.

Che durata ha un intervento di ernia ombelicale come la mia (14x16 mm)?

Che tipo di anestesia può essere praticata, quella totale, spinale o ne esiste una locale di altro tipo?

La ringrazio. Purtroppo sono un po' preoccupato.
Cordiali saluti

[#3]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
La durata è circa dai 40 ai 60 minuti, l’anestesia può essere locoregionale, ma lasci decidere al chirurgo con l’anestesista nel suo interesse.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#4] dopo  
Utente 477XXX

Grazie dottore, mi scusi se le pongo qualche altra domanda.

A proposito dell'anestesia locoregionale, si tratta di anestesia spinale o di altro tipo?

Che rischi si possono avere da un'anestesia totale e una locoregionale e quale è più sicura fra le due?

La ringrazio, e complimenti per questo servizio.

[#5]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Può essere spinale o locale i rischi sono molto contenuti e statisticamente molto bassi, la sicurezza è in relazione anche al tipo di pz e caratteristiche della patologia.
Si affidi al chirurgo e si rassereni.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#6] dopo  
Utente 477XXX

Grazie dottore, gentilissimo.
Qualora l'anestesia fosse totale, come credo che possa essere, che tipo di rischi corro rispetto a quella spinale o locale?
La ringrazio per la sua professionalità e per la pazienza.

[#7]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Nessun rischio in più statisticamente rilevante.
Ora non si faccia prendere dall’ansia e si affidi agli specialisti chirurgo ed anestesista.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#8] dopo  
Utente 477XXX

Mi scusi dottore, avrei da porLe un'altra domanda. Per il mio tipo di ernia, di mm 14x16 con presenza in atto di tessuto omentale, che tipo di intervento può essere indicato, quello con incisione o con trattamento laparoscopico?
La ringrazio

[#9]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Li può fare entrambi, quelli incisioni le in locoregionale è più indicato, per l’altro invece deve fare anestesia generale.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#10] dopo  
Utente 477XXX

Grazie dottore, un ultima domanda:

Per le dimensioni della mia ernia ombelicale (14x16 mm con presenza in atto di tessuto omentale) è consigliabile l'uso di reticella oppure no?


La ringrazio per la consulenza professionale e per il tempo che mi ha prestato.

[#11]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
La rete va messa sempre.
Ora non si faccia prendere dall’ansia e faccia l’intervento in serenità fiducioso che tutto andrà per il meglio.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza