Utente
Salve, in data 24/05/2020 dopo una settimana di dolori nella zona sacro-coccigea e con notevole tumefazione sono andato al pronto soccorso dove mi hanno diagnosticato un ascesso perianale, il quale è stato inciso e drenato.
Dopo 1 mese, il 24/06 è comparsa un’altra tumefazione non dolorante sopra al tramite di ascesso, la quale è stata drenata con un’incisione e conseguente fuoriuscita di materiale purulento.
Mi è stata diagnosticata una ciste pilonidale, Oggi in data 27/06 noto un’ulteriore tumefazione non dolorante sopra all’ultima incisione.
Lunedì 29/06 ho la visita e penso sia necessaria un altro drenaggio del materiale purulento.

Volevo sapere quante recidive potrò avere ancora e se è possibile che le recidive siano causate dalla continua contrazione dei muscoli anali che infastidiscono la ciste pilonidale.
Inoltre volevo sapere se la chirurgia mini-invasiva è efficace.

Grazie e cordiali saluti

[#1]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, purtroppo fino a quando non farà un intervento di exeresi completo della cisti con i tramiti fistolosi associati, le recidive potranno essere sempre presenti, in un caso come il suo un intervento miniinvasivo potrebbe non essere risolutivo.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#2] dopo  
Utente
Salve avrei un’altra domanda da fare. Ora ho la ferita del tramite di ascesso. Continuo a fare i semicupi con acqua tiepida immergendo la ferita in acqua oppure non serve? Inoltre posso lasciare la ferita all’aria visto che non fuoriesce più sangue oppure è meglio coprirla con una garza sterile?
Grazie e cordiali saluti

[#3]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Può disinfettare e coprire con garza sterile, ma programmi l’intervento definitivo.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#4] dopo  
Utente
Salve, sono ancora qui. L’intervento è stato programmato. Tuttavia resta ancora la ferita dovuta all’incisione di un mese fa che lentamente si sta rimarginando. La ferita produce un materiale giallastro/bianco molto denso. Il dottore ha detto che si tratta di fibrina. Volevo sapere se devo rimuovere con le medicazioni la fibrina oppure se devo lasciar che resti sopra la ferita per velocizzare la cicatrizzazione.
Grazie e scusi del disturbo

[#5]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Deve disinfettare e coprire con garze sterili e poi far vedere settimanalmente la ferita in ambulatorio, non fare altro che non venga detto dal medico che la visita.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza