Utente
Gentili Dottori,
Sono una ragazza di 26 anni e 8 mesi fa sono stata operata per una fistola sacro-coccigea, chiusa con i punti di sutura.
Nei mesi successivi ho dovuto effettuare più medicazioni nella parte finale della ferita (sopra l’ano) perché un punto di sutura mi si era chiuso male e perdevo continue secrezioni, il chirurgo ha escluso che si trattasse di tramite fistoloso.
Ad oggi la ferita è chiusa, ma in quella stessa zona finale che mi ha causato questi problemi, si presenta gonfia e di colorito un po’ più scuro rispetto la cicatrice superiore (credo che sia sangue pestato).
Il gonfiore si attenua quando dormo, l’indomani però, quando sto seduta, mi si rigonfia di nuovo.
Cosa posso fare per porre un rimedio?
Grazie per l’attenzione.

[#1]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Può chiedere al chirurgo plastico , se la ferita è ben chiusa una crema per ridurre l’evenienza di un’eventuale cheloide(ispessimento della ferita), comunque se non si tratta di quest’ultima eventualità con il tempo il fenomeno si attenua considerevolmente.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio Dottore, un ultimo consiglio : mi sono accorta che nella stessa zona gonfia, c'è una piccola crosticina dovuta al punto di sutura chiusosi male e che mi procurava continue secrezioni. Aspetto che si rimargini del tutto la pelle prima di applicare eventualmente una crema per prevenzione di un eventuale cheloide? Grazie.

[#3]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Si è preferibile.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza