Utente
Salve sono Domenico (da Taranto) scrivo per un problema che mi assilla da molti anni.
Ho una deformazione cranio facciale che mi crea molto disagio estetico e non.
Sarò breve ho metà della faccia avanzata e leggermente ruotata verso l'interno.
La mandibola (in generale molto arretrata) è molto piccola da un lato (tutta la dentatura è più sottile e non ho il terzo molare), lo zigomo è più piccolo e soprattutto la zona dell'orbita e della fronte è visibilmente sporgente (e stranamente ruotata all'interno) creando anche esoftalmo.
In ultimo il cranio è molto piccolo e disomogeneo.
Per questo sono un po' disperato perchè non sapevo se contattare uno gnatologo, o oculista o cos'altro.

Il mio sogno sarebbe una ristrutturazione completa.


Facendo avanzare la mandibola e mettere a posto la malocclusione, con anche protesi per dare volume estetico.
(quindi non so, già 2 interventi?)
Riducendo l'osso frontale e dell'orbita superiore che sporgono solo da un lato
Correggendo l'esoftalmo e ridare simmetria allo sguardo (questi ultimi due sono priorità, soprattutto l'occhio)
Infine delle protesi per l'aumento e l'armonizzazione del cranio (da valutare)

Se non avessi per tanto tempo visto su siti di vostri colleghi affidabili che sono cose fattibili non avrei chiesto
Chiedo qui perchè voglio il parere dei migliori esperti del Paese.
Ora dovrei fare una tac 3D del cranio e una frontale senza mezzo contrasto (per occhi).
giusto?

Vi prego con gentilezza di aiutarmi.

Grazie

[#1]  
Dr. Gianluigi Longobardi

24% attività
16% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
CAGLIARI (CA)
ARTENA (RM)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2008
Gentile Domenico non è ben chiaro se lei sia già seguito da qualcuno oppure no visto che accenna a forme di diagnosi e programmi terapeutici. Comunque va capito innanzitutto se trattasi di malformazione congenita ( sindromica) o di sviluppo. Certamente è di approccio multidisciplinare. Le consiglierei un consulto vis a vis in una clinica universitaria in reparto di chmaxillo prima anche di iniziare a fare in autonomua radiografie.
Saluti
gianluigi longobardi

[#2] dopo  
Utente
Intanto grazie.
Cercherò di essere breve.
Non mi segue nessuno.
Ho cattive esperienze a riguardo. Anni fa provai con uno gnatologo con un bite ma mi resi conto che non era sufficiente, quindi mi rivolsi a un chirurgo m-f, il quale mi suggerì di "segarmi" la parte sporgente del mento, e direi di no.
Al Miulli di Acquaviva (abbastanza rinomato) riuscii ad ottenere una visita di CINQUE MINUTI da uno SPECIALIZZANDO che non notò nulla e mi consigliò anche lui una sorta di mentoplastica.
Quindi mi sono stufato, e dopo aver visto casi analoghi al mio, per ogni singolo problema (potrei linkare professori di Milano, Monza, Roma che hanno risolto/limitato dismorfie più complesse della mia, con trattamenti ortognatici, decompressione orbitaria, modellazioni 3D, quindi senza segare via il mento della gente per questi problemi così ampi) sono abbastanza sicuro che si possa risolvere. Anche se non sarà una passeggiata. Ma stavolta voglio il parere di più esperti possibile, da tutta Italia.

Come prima cosa voglio correggere l'esoftalmo. Poi orbita e fronte sporgente, e infine la mandibola, anche perchè il sacrificio economico sarà importante.
Il problema è che come apro e chiudo (in maniera esasperata) la mandibola (che credo abbia una grossa parte quindi non so se iniziare da qui, me lo direte voi), dipendono i problemi citati più sopra, come se fosse tutto collegato, e lo è forse. Non so come spiegare ma non è una cosa "fissa". Sono un po' sfortunato e ho un po' di paura però devo risolverlo.

Ad ogni modo non sono un anarchico che fa autodiagnosi, mi baso su informazioni lasciate da voi stessi nei vari siti.
Mi fido di voi. Ho già contattato molti oculisti che mi hanno consigliato la tac senza mezzo di contatto (per esoftalmo). Altrimenti è inutile, e voglio muovermi. Quindi farò quella più una in 3D del cranio, anche se non so dove sinceramente. Prima voglio quelle in mano, poi mi rivolgerò a chi di dovere

Ah credo sia qualcosa che sia stata sempre presente in me, solo che con lo sviluppo è peggiorata (evidenze fotografiche).

Scusate la divagazione.
Grazie di nuovo, veramente.

[#3] dopo  
Utente
Sì ad ogni modo devo recarmi da uno specialista lo so.
Non pensavo di risolvere il problema qui volevo solo un parere

Vi chiedo solo un favore molto grande cortesemente.
Delle info teoriche
1- Se il cranio è solo leggermente deformato da un lato e non presenta bozze (spessore in più), mettendo che si possa ridurre l'osso frontale, quella zona non risulterà più sottile e quindi più delicata della zona ad essa simmetrica?

2- Correggendo l'esoftalmo non rimane della pelle "in più" intorno all'occhio? c'è bisogno di blefaroplastica? Sapreste dire se sempre o solo in alcuni casi?

Infine un grossissimo favore. Mi sapreste dire a grandi linee quanto mi costerebbero singolarmente questi due interventi? Mi basta anche "da tot. a tot." Perchè non ne ho veramente idea. Non trovo informazioni a riguardo

Grazie infinite