Utente
salve sono francesco,chiedo una cortesianel 1993 ho fatto un tatuaggio sulla spalla lunghezza 12x5,pou nell'arco di tre mesi circa ho deciso di farmelo togliere,mi sono recato per caso in un centro laser a bologna,consigliandomi che andasse tutto nel miglior dei modi ,ma alla fine dopo poco di due mesi si è formata una bruttissima cicatrica cheloide ipertrofica,poi ho fatto delle infiltrazione con cortisone,non piu di 4 seduti ma nulla di particolare,dopo un pai di anni mi hanno indirizzato da un dermatologo tra cui mi e stato chiesto un ciclo di 5 sedute di acido glichelorico alla fine era un trattamento,di questo genere che mi tamponava con delle garze per portare la ferita a condizione per farla appiattirla un po perche era assolutamente rossastra che portava plurito,e tra altro era tutta la parte del disegno che era stata tolto tutto gonfiastro,alla fine si siamo riusciti un po a portarla un po piu piatta adesso però mi è rimasta la parte estetic mi da fastidio,tantissimo a livello estetico cosa posso fare di piu è uscito qualche nuova tecnica di laser per farla migliore ancora,potrebbe portare problemi,con andare del tempo, questa cicatrice cheloide ipertofica,datemi un consiglio,oppure ci potrei disegnare ancora di sopra per evitare che si vede tutta quella parte rimasta in brutto segno,cardiali saluti da francesco,spero che posso avere una risposta felice,

[#1]  
Dr.ssa Gabriella La Rovere

28% attività
0% attualità
12% socialità
PERUGIA (PG)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2007
Buongiorno. La rimozione dei tatuaggi con il laser (meglio il Nd:YAG Q-switched) è una tecnica sicura. Le sedute vengono fatte distanziate di circa 2 mesi per permettere il recupero delle pelle. La comparsa della cicatrice ipertrofica può essere dovuta ad un'infezione successiva o ad una grande potenza utilizzata, con notevole infiammazione del tessuto. In una situazione di questo tipo, si può consigliare di fare un tatuaggio ma bisogna essere certi che lei non abbia comunque tendenza a fare cicatrici ipertrofiche. C'è qualche caso in famiglia? Oltre a questo episodio, ha avuto altre cicatrici di questo tipo? Si è mai operato? Se sì, come è la cicatrice chirurgica? Dopo una corretta valutazione della sua storia clinica ed escludendo ogni variabile, può decidere di coprirla con un altro disegno.
Spero di esserle stata di aiuto
dott.ssa Gabriella La Rovere

[#2]  
Dr.ssa Maria Luisa Pozzuoli

36% attività
8% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
TORINO (TO)
ROMA (RM)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2005
Gent.le Sig. Francesco,
probabilmente la cicatrice è stata causata da un'errata esecuzione nell'uso del laser per tentare di eliminarle il tatuaggio, evidentemente è stato utilizzato un laser a potenze troppo elevate (es i laser Co2 di vecchia generazione possono provocare cicatrici ipertrofiche).
Trovo le applicazioni di acido glicolico alquanto scarse e poco soddisfacenti nelle cicatrici ipertrofiche, per la scarsa profondità a cui può arrivare l'acido glicolico (che viene considerato un cheratolitico, cioè può eliminare solo lo strato più superficiale dell'epidermide).
E'tuttavia possibile ridurre l'estensione della cicatrice con delle sedute laser, anche se ritengo sicuramente più risolutiva la revisione chirurgica della cicatrice stessa. In pratica si escide il tessuto ipertrofico, con una cicatrice di qualità sicuramente ottima, lineare ; in pratica dove ha adesso la cicatrice ipertrofica, rossa e dolente, avrà una cicatrice che con il passare del tempo tenderà a essere quasi impercettibile.
Si ricordi sempre che le cicatrici sono lesioni permanenti,è possibile ridurre la loro evidenza ma mai farle scomparire del tutto.

Le consiglio in ogni caso una visita specialistica di chirurgia plastica in modo da poter valutare esattamente il suo caso con un corretto esame obiettivo locale.

In caso di ulteriori informazioni, resto a sua disposizione.
Cordiali saluti.

Dr.ssa Maria Luisa Pozzuoli
Dr.ssa Maria Luisa Pozzuoli
Chirurgia Plastica ed Estetica
www.dottoressapozzuoli.com

[#3] dopo  
Utente
Dr.ssa Maria Luisa e cosi e stata usata un trattamento con un laser di vecchia tecnica,ne sono pentito di noin aver fatto causa in quel centro a bolognaè stato un vero peccato,questo per essere troppo buoni,comunque il fatto ormai e questo che consigli potrei avere che tipo di miglioramente potrei avere potrei mandare una foto, la ringrazio infinita per la mia accoglienza anche da parte della Drss Gabriella La Rovere aspetto risposta

[#4]  
Dr. Danilo De Gregorio

24% attività
4% attualità
12% socialità
PERUGIA (PG)
BOLOGNA (BO)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile utente come già detto dalle mie colleghe ci potrebbero essere varie cause al risultato estetico da Lei subito, comunque una visita de visu con il suo chirurgo plastico di fiducia potrebbe risolberLe i bubbi e consigliarLa sulle terapie più idonee.

Cordiali saluti.
Dr Danilo De Gregorio

http://www.dottdanilodegregorio.com
http://cosmeticsurgerydrdanilodegregorio.blogspot.com/

[#5] dopo  
Utente
Vi chiedo unaltra cortesia,praticamente adesso mi è rimasta la lunghezza di 12 cm ma di larghezza e 9 cm praticamnete esteticamente mi da fastidio,no è dolorante ma esteticamente,per toglierla definitivamnte come potrei migliorare questo mio incubo,vorrei che al posto di averla cosi,come se fosse che portassi un cerotto ,almeno potrei avere una cicatrice diritta,lineare,tipo un taglio di un intervento ,questo sarebbe gia unaltra cosa,,,oppure chi mi garantisce se potrei farci unaltro tatuaggio sopra,lo farei senza pentimento,e sempre meglio portare un tatuaggio che una cicatrice cheloide,oppure il colore nn va bene ,potrebbe creare problmi tipo l'inchiostro nn attaca bene,potrebbe farmi male col passare del tempo,sara a rischio la pelle,non so ditemi voi ,la ringrazio infinito???

[#6]  
Dr.ssa Gabriella La Rovere

28% attività
0% attualità
12% socialità
PERUGIA (PG)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2007
Per eliminare ogni dubbio occorre che si faccia vedere da uno specialista.
Buona giornata
dott.ssa Gabriella La Rovere