Utente 514XXX
Buonasera,
ho 33anno e ho protesi mammarie dal 2010, impianto sottoghiandolare. Essendo trascorsi 9 anni volevo sapere se è necessario dover effettuare una risonanza magnetica o meno per valutare l'integrità delle protesi.
Ho effettuato un'ecografia mammaria a febbraio 2019 dalla quale risulta tutto nella norma, vi riporto il referto:

Presenza di protesi mammarie normoposizionate a profili regolari.
Mammelle a componente ghiandolostromale.
Non lesioni sospette bilaterlamente.
Non ectasia duttale.
Non linfoadenopatie ascellari.
In tali sedi in particolare a destra linfonodi di aspetto reattivo aspecifico del DM di circa 18mm.

Ho sofferto lo scorso anno di forti dolori/fitte al seno (in particolare al destro), il mio chirurgo mi ha vista (agosto 2018) ma non ha trovato nulla di anomalo.
Dopo la sospensione della pillola anticoncezionale il dolore e le fitte sono molto diminuite e si prensentano solo sporadicamente in modo molto lieve.

È necessario aggiungere una risonanza magnetica senza contrasto? o se l'ecografia non evidenzia sospetti al momento non è necessaria?

Grazie mille!

[#1]  
Dr. Claudio Bernardi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
RIMINI (RN)
MIRABELLA ECLANO (AV)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2003
Gentile utente,
mi sembra che i dati ecografici e clinici siano sicuramente positivi e non vi sia indicazione ad effettuare ulteriori indagini. Il controllo periodico che lei effettua è sicuramente importante ma, ancor più, lo è quello che periodicamente fa dal suo chirurgo. Sarà lui ad indirizzarla ad effettuare esami più specifici (es RM) qualora se ne renderà necessaria.
saluti
Dr. Claudio Bernardi
Chirurgia Plastica
www.claudiobernardi.it - www.lachirurgiaplastica.net