Utente 543XXX
Salve ho delle piccole cicatrici al viso residui cicatriziali da acne come piccoli buchetti sulle guance su quella sinistra sono più evidenti, negli anni ho fatto microdermoabrasioni e usato diversi prodotti ottenendo solo una leggera compattezza, il problema è che su una di queste cicatrici la più evidente una dottoressa ha usato circa sei mesi fa’ una specie di ago elettrico bruciacchiandomela sostenendo che era l’unico modo per eliminarla, il problema che ora si è creato un cerchietto largo circa 4 millimetri di diametro e ha allargato la cicatrice seppur diminuendo la profondità ed il fondo ora risulta bianco così facendo e’ più evidente il solco ed è più brutta non so che fare ho aspettato ma non è migliorata anzi ora dopo 6 mesi credo stia peggiorando se poi mi guardo in contro luce mi sento malissimo, ormai quello che è stato fatto è fatto però ora il mio problema non sono più le cicatrici in generale ma quella in particolare e sono giunto alla conclusione che l’unico modo sia una revisione chirurgica magari con escissione e risutura. . . vorrei sapere se è il caso di agire così o sembrerei solo più sfreggiato.. .
Questa cicatrice mi fa’ stare malissimo non sopporto l’avallamento credo di preferire una cicatrice lineare ma ora ho paura cosa mi consigliate? Anche perché questa cicatrice ora non è più un esito da acne come le altre vicine ma un esito da ustione. . .

[#1]  
Dr. Dario Graziano

48% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
NOVARA (NO)
VERCELLI (VC)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
gentile utente, andrebbe ovviamente valutata, si potrebbe pensare a dell'acido ialuronico eventualmente.
cordiali saluti
Dr. Dario Graziano
Specialista in Chirurgia Plastica Ricostruttiva
ed Estetica
www.dariograziano.it

[#2]  
Dr. Claudio Bernardi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
RIMINI (RN)
MIRABELLA ECLANO (AV)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2003
Gentile utente,
la revisione chirurgica delle cicatrici è sempre possibile teoricamente, ma deve sempre essere considerata come soluzione ultima. Si tratta dunque di studiare dal vivo l'impatto estetico delle sue cicatrici e fare un confronto con quello che potrebbe essere il risultato della revisione. La presenza nel viso di altre cicatrici post-acneiche o di pori molto dilatati sono elementi sfavorevoli ad una cicatrizzazione ottimale.
saluti
Dr. Claudio Bernardi
Chirurgia Plastica
www.claudiobernardi.it - www.lachirurgiaplastica.net

[#3] dopo  
Utente 543XXX

Grazie mille delle risposte dottori per quanto riguarda l’acido ialuronico ci sono pareri contrastanti alcuni dicono che a volte il filler si concentra nei bordi della cicatrice soprattutto in quelle da ustione rialzando i margini o cose del genere .... x le altre cicatrici acneiche che ho sono i buchetti molto simili a pori dilatati e in più ho anche quelli e sono difficili da trattare .... ho 30 anni ed adesso mi è stata data una cura con Isotretinoina per fermare questo sebo incontrollabile che in 17 anni mi ha complicato la vita e il viso.... anche se adesso è tutto molto ridotto però 17 anni sono davvero tanti e questi sono i risultati cioè cicatrici depresse . per la revisione le cicatrici fanno pensare come dice il dottor Bernardi che la mia pelle non sia così elastica credo a questo punto di base il problema è la genetica ... Ciò che mi fa star male è che ho un bel viso ,bei lineamenti ed è un vero peccato.... le microdermoabrasioni e la cura sono comunque passi che sto facendo ma più di questo non so davvero cosa fare ( non credo nei laser più di tanto) prima di rassegnarmi credo dopo la cura che sto facendo di fare un ultimo consulto da un chirurgo plastico ... avevo pensato al dottor Bernardi già tempo fa’ leggendo i suoi consulti so’ che riceveva nella mia citta’ Rimini in una clinica privata ma non so se lo faccia ancora .... grazie ancora ....

[#4] dopo  
Utente 543XXX

Salve dottori riprendo l’argomento per chiedere un ulteriore parere professionale , come dice il dottor Bernardi la revisione chirurgica deve essere considerata come ultima soluzione , a breve mi vedrò’ anche con un dermochirurgo che effettua vari trattamenti ,secondo la vostra esperienza l’acido tricloracetico per la cicatrice retraente ustionata e per tutte le altre acneiche tipo ics pick usato per più volte può funzionare? Premetto che ho paura dei laser e quindi lo escludo a priori