Utente 433XXX
Salve, mi sono operata di rinoplastica 22 giorni fa. Mi hanno lavorato leggermente sul dorso del naso ma soprattutto la parte grossa del lavoro è stata fatta sulla punta in quanto presentavo un’ipertrofia cartilaginea, avevo un eccesso di cartilagine veramente importante che dava un effetto a pallina sulla punta del naso. Appena ho tolto i cerotti, dopo due settimane, il naso era rettilineo da un lato mentre dall’altro presentava un rigonfiamento duro come se mi fosse stata tolta meno cartilagine rispetto all’altro lato, tra l’altro dal lato su cui pare abbiano lavorato di più ho avuto più ematomi e gonfiore, compresa la rottura dei capillari oculari. Ad oggi, dopo sette giorni dalla rimozione dei cerotti, la punta è molto più grossa e assomiglia molto al pre operatorio. Ho paura che il naso possa tornare o comunque rimanere come prima dell’intervento, in quanto adesso è molto simile infatti. So che è presto per trarre conclusioni, ma sento un gonfiore duro sulla punta, molto simile a com’era prima quando vi era l’eccesso di cartilagine. Se volete vi posso mandare delle foto. Potrebbero aver lavorato poco rispetto al dovuto? In questo caso come si potrebbe procedere? Pensavo di realizzare un grande sogno invece sono sempre più depressa.

[#1]  
Dr. Claudio Bernardi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
MIRABELLA ECLANO (AV)
RIMINI (RN)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2003
Gentile utente,
stiamo parlando di un tempo postoperatorio assolutamente troppo precoce per poter vedere gli effetti della correzione. In questa fase, infatti, il gonfiore può essere in alcuni casi anche importante e, soprattutto, asimmetrico, cioè una parte più gonfia dell'altra. Dovrà sicuramente effettuare i vari controlli che sicuramente le avrà stabilito il suo chirurgo e attendere almeno sei mesi per vedere l'esito della rinoplastica. saluti
Dr. Claudio Bernardi
Chirurgia Plastica
www.claudiobernardi.it - www.lachirurgiaplastica.net