Utente 568XXX
Buongiorno. Tra qualche mese (gennaio) dovrò operarmi di ginecomastia vera e mi hanno spiegato che faranno un taglio a semiluna in sede periareolare. Poiché so di non essere una persona che citratizza bene, anzi tendo leggermente alla cicatrice esuberante (credo si dica ipertrofica) generalmente rilevata un pochino e rossa, che ci mette tanto tempo a regredire, mi sono informato sull'uso del laser.
Il dye laser (o un altro?) possono essere usati in fase acuta (cioè dopo 15-20 giorni dal taglio) quando cioè la cicatrice è in fase infiammatoria, al fine di ridurre la sua esuberanza? grazie.

[#1]  
Dr. Dario Graziano

48% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
NOVARA (NO)
VERCELLI (VC)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
gentile utente, i laser vengono generalmente utilizzati nelle fasi più avanzate di maturazione della cicatrice
cordiali saluti
Dr. Dario Graziano
Specialista in Chirurgia Plastica Ricostruttiva
ed Estetica
www.dariograziano.it