Utente 565XXX
Salve gentili dottori.

Volevo proporre un quesito in relazione alla mia attuale situazione, circa 8 mesi fa a seguito di una caduta fortuita mi sono fratturato l’omero ed è stato necessario operare con placca e viti.


Attualmente mi ritrovo con una cicatrice sul tricipite di che parte da quasi vicino la spalla ed arriva appena sopra il gomito, in più ho due cicatrici sulla parte laterale del braccio fra bicipite e tricipite in quando precedentemente mi fu applicato un fissatore esterno poi sostituito con una sintesi interna.


Queste cicatrici si presentano in alcuni punti spesse ma non mi generano fastidio.


Volevo sapere cosa si potesse fare per queste cicatrici, utilizzare qualche pomata e per quanto tempo.


Altra domanda e quella relative ad eventuali aderenze che si potrebbero formare fra io tessuto cicatriziale e il nervo radiale (che ho recuperato quasi al 100%, dato che è stato stirato durante l’operazione) , sarebbe opportuno fare qualcosa anche in tal senso?


Gentili Saluti.

[#1]  
Dr. Federico Tamborini

36% attività
16% attualità
16% socialità
VARESE (VA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

i tessuti cicatriziali si rimodellano nel giro di 12-18 mesi, quindi l'esito estetico non e' definitivo ma soggetto ad eventuale miglioramento. Se le cicatrici risultano ipertrofiche (rilevate) le consiglio una crema a base di polisilossano (gel di silicone) se dure ed adese una crema a base di allantoina.
In assenza di deficit motori o sensoriali del nervo radiale non vi e' alcuna indicazione ad alcun trattamento in tale senso.

Saluti,
Dr. Federico Tamborini
tamborini.federico@gmail.com

[#2] dopo  
Utente 565XXX

Gentile dottore la ringrazio per la sua risposta , la cicatrice si presenta morbida e quasi invisibili nei pressi del gomito mentre più in rilevo e un po’ dura verso la spalla dive evidentemente è maggiore il tessuto adiposo ( ovviamente tricipite in senso verticale ) nei buchi circolari che furono fatti per il fissatore solamente nella parte vicino al gomito si presenta in rilevo un po’ dura , cosa mi consiglia di comperare vista la varietà della situazione ? Entrambe ?

[#3] dopo  
Utente 565XXX

Non sono residuati deficit motori , solo una parziale alterazione sensitiva in via di metto miglioramento ( sintomi mi dicono compatibili con una ripresa nervosa) però un paio di volte mi è capitato durante la notte che i muscoli di pertinenza del nervo radiale si addormentassero quando mi appoggio nel dormire proprio sul braccio in corrispondenza della cicatrice .
Addormentamento durato circa 30 secondi
Crede che in qualche modo la cicatrice se entra in contatto con il nervo lo possa irritare in qualche modo .
Pensa che possa fare qualche esercizio , qualche massaggio o ricorrere semplicemente ad una o due pomate .

La cicatrice fin ora non è stata trattata in alcun modo .

Però tutto sommato si presenta in buono stato , quella sul tricipite è abbastanza regolare anche se rigonfia nella parte verso la spalla , mentre quella relativa al fissatore un po’ più addensata in quanto li c’e Stato un buco e non un taglio netto.

Cosa mi può consigliare ???

[#4]  
Dr. Federico Tamborini

36% attività
16% attualità
16% socialità
VARESE (VA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Le ribadisco che trattarei le sole cicatrici cutanee ipertrofiche con crema o cerotti al polisilossano e dure con crem a a base di allantoina.
Saluti,
Dr. Federico Tamborini
tamborini.federico@gmail.com