Utente
Buongiorno gentili dottori, a seguito di un episodio che descriverei molto strano sono stata in PS.
Venerdì mattina mi sono svegliata con una tensione rigida al polpaccio a DX e non passava, anzi diventava un dolore crampiforme e a volte sentivo la gamba scaldarsi, accompagnato da una sensazione di formicolio al piede DX.
Sono stata in PS la stessa sera dove mi hanno fatto un bendaggio vascolare e punture di Eparina da fare a casa fino a questa mattina ogni dodici ore e Venuroton 1000.
Ho seguito tutte le indicazioni ma purtroppo non sono riuscita a smettere completamente di fumare.
La diagnosi alle dimissioni era Sospetta TVP VS Strappo Muscolare con Algia Muscolare la dottoressa che mi ha preso in cura al PS toccando l’incavo dietro il ginocchio diceva di sentire un cordone duro.
Mi hanno fatto tornare questa mattina per eseguire un Eco Color Doppler che è risultata negativa per TVP/S e sono stata dimessa con diagnosi di algia muscolare con terapia Se dolore Paracetamolo 1000.
Che io presi il primo giorno ma non passò assolutamente niente.
Tutt’ora mi è stato tolto il bendaggio, a seguito di negatività e avverto la gamba DX tesa e dura, rigida e con un dolore leggero crampiforme sia al polpaccio che alla coscia e vedo il piede leggermente gonfio da quando avevo il bendaggio.
Ho applicato allora l’arnica su tutta la gamba ma non la avverto scaldarsi, né bruciare quindi ne deduco non stia facendo nessun effetto.
Continuo ad avvertire la gamba vittima di questa forte tensione dolorosa, pesante eppure io so che questo sintomo di pesantezza viene ricollegato spesso alla TVP.
Però dietro il ginocchio avverto questo dolore che somiglia ad un dolore di tipo nervoso, cioè proveniente da un nervo e il piede continua ad essere informicolato.
Ora ci sono vari punti dolenti al tatto dopo aver tolto il bendaggio stretto e non mi sento sicura.
Ho letto che alcune volte può sbagliarsi l’esame dando esito positivo una seconda volta.
Non vorrei non fidarmi di chi mi ha visitato ma a me questo dolore e questa tensione non passano con niente e forse avendo più adipe sulle gambe, unico punto dove ho più carne magari non si è visto bene.
Che cosa dovrei fare?
Avverto ancora il piede che si informicola, potrebbe trattarsi di un nervo?

[#1]  
Dr. Lucio Piscitelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UN CONSULTO A DISTANZA

Gentile Utente,
un ECD unitamente ai rilievi clinici offre una elevata sensibilità nella ricerca di una TVP.
Lucio Piscitelli
https://www.medicitalia.it/luciopiscitelli/#sede_1
http://luciopiscitelli.beepworld.it/

[#2] dopo  
Utente
Gentile dottore, la ringrazio per la risposta!
I rilievi clinici erano negativi in PS, ma per sicurezza mi fecero il trattamento con bendaggio e Clexane. Io tutt’ora avverto questa sensazione di tensione dolorsa a livello della gamba, per descriverlo meglio è come quando si muovono per molto tempo le braccia per poi avvertirle doloranti ed indolenzite, ecco. Il polpaccio si indurisce solo quando cammino per strada facendo movimenti diversi, per il resto permane sempre questo leggero dolore alla coscia e a volte il piede informicolato. Stanotte i dolori che avvertivo diciamo che potevo attribuirli al bendaggio molto stretto. Quindi nonostante i sintomi posso escludere del tutto la TVP e pensare ad un qualcosa di muscolare? Non dubito che abbia elevata sensibilità, mi sono diciamo spaventata dopo aver letto un consulto in cui si diceva che la TVP era stata scoperta solo a seguito di un secondo ECD. Però la dottoressa mentre osservava l’ecografo mi rassicurava sul fatto che non fossero presenti dei trombi. Tra l’altro ho avuto paura perché ho per così dire dei fattori di rischio, il fumo, i trigliceridi moderatamente alti con il colesterolo leggermente alto, mio padre è sempre stato portatore di vene varicose evidenti e mia madre quando partorì ebbe una TVP con rilevanti segli clinici. L’assunzione di alcuni medicinali vasodilatatori occasionalmente e la tendenza ad indossare spesso vestiti troppo stretti, poi ultimamente con la quarantena ho camminato poco.