Utente
Mi è stato diagnosticato incontinenza della safena sx e dx da due medici differenti.
Mi è stato proposto come soluzione solo o intervento di rimozione vena con la mutua o la scleroterapia a pagamento.
Informandomi su internet ho visto che ci sono interventi non demolitivi della vena, rispetto all'intervento 'hard ' togliendo la vena oppure 'soft' come scleroterapia, laser, colla, etc.
La Chiva oppure iniezioni con trap sono efficaci?
Sono dubbioso di togliere una vena visto le alte recidive oppure comparsa di altre vene varicose da altri parti.
Mi è stato detto che le valvole vanno bene come i capillari.
Lo faccio solo per motivi di salute non estetico

[#1]  
Dr. Lucio Piscitelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
è per noi impossibile esprimere valutazioni certe sulla necessità di un trattamento della condizione che descrive in assenza dei necessari rilievi clinici de visu.
L’universo flebologico è ricco di proposte di ogni genere, comprese fantasiose tecniche rigenerative (?) o promesse di facili e modernissime soluzioni; comprendiamo quindi come sia difficile orientarsi a fronte di pareri e offerte variegate.
L’unico consiglio resta quella di affidarsi a un professionista specialista serio con comprovata esperienza e curriculum documentato, piuttosto che ad allettanti pagine web.
Lucio Piscitelli
https://www.medicitalia.it/luciopiscitelli/#sede_1
http://luciopiscitelli.beepworld.it/

[#2] dopo  
Utente
Grazie dottore. Ma la Chiva è comunque una tecnica medica riconosciuta? Premetto che comunque mi rivolgerò ad uno specialista con comprovata esperienza decennale, perché ho letto che per le recidive conta parecchio chi fa l'intervento