Utente
Premetto che, essendo obesa, ho problemi di vene alla gambe da sempre, ho varie vene varicose e capillari rotti ma non ho mai provato dolore per via delle vene al massimo un generale senso di pesantezza alle gambe.

Sabato mattina sento un fastidio sul fianco della coscia nella parte superiore, scopro un bozzo di vene duro e dolorante al tatto, che mi fa male anche solo se lo sfioro, prendo 4 bustine di Venoruton.
La sera la parte è anche rosa e leggermente calda ed il dolore è sempre forte, prendo 300 mg di ibuprofene.

Domenica mattina la parte è ancora gonfia, rosa, leggermente calda e molto molto dolorante ma in più ho anche un altro bozzo nella parte inferiore della coscia sempre lateralmente anche questo rosa leggermente caldo e molto dolorante.
Prendo 4 bustine di Venoruton e un Augmentin la mattina, uno la sera.
Oggi, lunedì, continuo con il Venoruton e l'Augmentin ma non sembro stare meglio, anzi, sembra che il problema si stia estendendo sotto il ginocchio nella parte posteriore della gamba ed anche sopra la coscia all'altezza del gluteo.
Ho preso un Ibuprofene da 600 oggi pomeriggio.

Da quando è iniziato il problema sono stata il più possibile a letto con le gambe alzate, ma fino ad ora sono solo peggiorata, il dolore continua ad essere molto forte ogni volta che muovo la gamba e al tatto.
Che devo fare?

[#1]  
Dr. Lucio Piscitelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
la sua condizione deve essere valutata in tempi brevi preferibilmente in ambiente specialistico, poiché i segni e sintomi descritti (sempre con i limiti interpretativi su menzionati) evocherebbero la possibilità che possa trattarsi di una flebite (varicoflebite) in evoluzione.
Se confermata tale condizione richiede un trattamento diverso e tempestivo.
Lucio Piscitelli
https://www.medicitalia.it/luciopiscitelli/#sede_1
http://luciopiscitelli.beepworld.it/

[#2] dopo  
Utente
Grazie dottore per la risposta.
Non sono andata dal medico perché il mio è in vacanza, speravo che a questo punto la situazione sarebbe migliorata semplicemente stando sdraiata e con antinfiammatorio e antibiotico.
Cosa intende per "ambiente specialistico", dovrei andare da un cardiologo? Io pensavo di passare domani allo studio del mio medico e farmi vedere da uno degli associati.
Guardando le immagini di varicoflebite direi proprio che è quella ma cosa comporta? Cosa mi devo aspettare? Il piano estetico non mi interessa, ma sono preoccupata di peggiorare, sono a rischio di embolia?
Grazie per ogni risposta