Utente
Buongiorno,

ho 37 anni, dall'età di 20 anni soffro leggermente di emorroidi (passo poca carta e finisco la pulizia con acqua e sapone o salviette per non sanguinare). Da diversi mesi provo un fastidioso ma sopportabile prurito anale e perianale con sanguinamento durante la pulizia e forte bruciore al passaggio dell'acqua. In questi giorni mi sono accorto che il bruciore proviene in particolare dal perineo e probabilmente anche il sanguinamento. Osservando con uno specchio ho notato un taglio tra scroto e ano di c.a 1 cm e 1/2, sfiorandolo brucia. Ho provato in questi mesi a curare il prurito con le classiche creme antiemorroidi (preparazione h con e senza cortisone) ma non ho risolto nulla.
Ovviamente al più presto farò una visita proctologica. Intanto sapete indicarmi di cosa potrebbe trattarsi? E come curare la zona?

Grazie mille.

Cordiali Saluti

[#1]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
E' possibile che si tratti di una ragade, patologia che nulla ha a che fare con le emorroidi. Ovviamente le due cose possono coesistere, ma e' evidente che soltanto una Visita Chirurgica potra' confermare (o smentire!) questa mi supposizione. I metodi per trattare entrambe le patologie esistono, e sono anche numerosi: e' pero' necessario prima essere certi di cosa si tratta e poi studiare il rimedio piu' adatto al suo caso.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#2] dopo  
Utente
Dott. Spina, prima di tutto, grazie per la celere risposta. E' possibile che una ragade sia un taglietto "dritto" e non a forma di "racchetta" come leggo sul web? inoltre se si trattasse di una ragade è possibile che il prurito si irradi fino all'ano e appena all'interno?

cordiali saluti

[#3]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
E' possibile. Peraltro tenga conto che e' molto difficile, anche utilizzando specchietti e altri sistemi, che lei riesca a vedere chiaramente da vicino come stanno le cose. E inoltre, senza nulla togliere alle sue capacita' di osservazione, solo un Chirurgo con esperienza puo' dare un nome certo a quello che vede nel corso della visita proctologica. Fermo restando che ovviamente, dall'altro lato di uno schermo di computer, io posso anche essermi sbagliato...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#4] dopo  
Utente
Ci mancherebbe altro... ovvio che il Suo parere è legato solo alla mia descrizione e alla mia sommaria e non professionale osservazione. La ringrazio per la cortesia.

Buona giornata

[#5] dopo  
Utente
Dott. Spina, prima di tutto, grazie per la celere risposta. E' possibile che una ragade sia un taglietto "dritto" e non a forma di "racchetta" come leggo sul web? inoltre se si trattasse di una ragade è possibile che il prurito si irradi fino all'ano e appena all'interno?

cordiali saluti

[#6]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Come le ho gia' scritto nel mio precedente post e' possibile.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#7]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Gentile Utente
La Ragade è un' ulcera fissurata che può presentarsi in diversi distretti, sono ragadi le fissurazione della commissura labiale , quelle che si formano sul capezzolo delle madri in allattamento, quelle del canale anale e quelle, che come lei descrive, interessano la cute del rafe mediano anteriore tra lo scroto e l'ano.
Questa ha una origine ben diversa dalla ragade anale è lineare ed è di pertinenza dermatologica.
Non cerchi la soluzione dalle foto, come à già consigliato il collega Spina, ma si faccia visitare da un Coloproctologo, sicuramente chiarirà la diagnosi.

Saluti
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com