Utente 853XXX
dottore, sono mamma da 16 mesi e da quando è iniziata la mia gravidanza ho cominciato ad avere problemi di stitichezza che ad oggi sono diventati cronici e insopportabili. nove mesi di clisteri, tisane, manovre manuali che mi hanno portato ad optare per un cesareo per paura di creare danni e invece... dopo mesi di sofferenza e nervosismo ho deciso di sottopormi a delle indagini, perchè desiderosa di avere un secondo figlio, ed ecco i risultati.
rettocele anteriore... dissinergia pelvica... sindorme del p.rettale
insomma, cosa mi conviene fare?! devo operarmi!?
le preciso che sono ipotiroidea, prendo da 10 anni eutirox, e ho sempre il ferro basso, prendo folinfer...
noemi

[#1]  
Dr. Marco Catani

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
gentile utente,

intanto complimenti ed auguri per il pargolo.

certamente le sono noti i limiti di una valutazione a distanza.

certamente i dati che lei riporta sono seguiti ad una visita specialistica o ancora più ad esami specifici eseguiti a seguito di una visita specialistica.

esistono come alternative, prima di arrivare all'intervento chirurgico, delle terapie biofeedback sempre che siano indicate.

queste terapie possono essere prese in considerazione in relazione ad una visita specialistica, e ad eventuali esami specialistici come per esempio una manometria anorettale, che le consiglierei di eseguire.

cordiali saluti
Marco Catani
http://www.marcocatani.it
Il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale